Tutti i fatti

Un commercio può definirsi equo quando entrambe le parti sono soddisfatte. Ecco perché nel 1992 abbiamo avviato, con il marchio Fairtrade Max Havelaar, la realizzazione della più grande offerta di prodotti fairtrade della Svizzera, che comprende oggi oltre 550 articoli. Un prodotto Fairtrade Max Havelaar su due venduto in Svizzera proviene dai nostri scaffali. I lavoratori e piccoli contadini possono in questo modo beneficiare di migliori condizioni di vita e di lavoro. Questo è il nostro obiettivo a lungo termine: entro il 2020 intendiamo effettuare il passaggio a Fairtrade Max Havelaar di tutti i nostri marchi che contengono materie prime provenienti da paesi emergenti e in via di sviluppo.

    Foto: Patrick Gutenberg
    Foto: Remo Nägeli
    Foto: Remo Nägeli
    Foto: Remo Nägeli
    Foto: Remo Nägeli

Secondo il Fondo internazionale per lo sviluppo agricolo (FISA) oltre un terzo dell’umanità dipende direttamente dall’agricoltura di piccola scala. Grazie al nostro impegno costante per il marchio Fairtrade Max Havelaar aiutiamo i piccoli coltivatori ad accedere ai mercati di sbocco e a ricevere risorse finanziarie. Secondo il Centrum für Evaluation dell’università di Saarbrücken i piccoli agricoltori fairtrade riescono ad aumentare, a livello di economia domestica, il proprio reddito del 10–15% circa creando così più riserve finanziarie. Circa la metà degli agricoltori fairtrade è inoltre impegnata nelle organizzazioni locali rafforzando così la società civile. 

Più info sui nostri marchi e sigilli