Tutte le news
26.09.2016

9 punti su 9 per il nostro olio di palma

Il nostro impegno concreto a favore di un olio di palma sostenibile all’interno dei nostri prodotti ci ha consentito di ottenere ottimi risultati nell’ultimo rating sull’olio di palma stilato dal WWF e di assumere il ruolo di pionieri in quest’ambito.

Olio di palma sostenibile, voto: 9 punti su 9

Nell’ultimo rating sull’olio di palma stilato dal WWF ci collochiamo in testa alla classifica anche su scala internazionale e otteniamo il punteggio massimo: 9. Oggi il 92,7% dell’olio di palma che utilizziamo per gli alimenti dei nostri marchi proviene già da fonti sostenibili comprovate; per quanto riguarda invece l’assortimento non food dei nostri marchi, la percentuale è pari al 50%. Intendiamo raggiungere il nostro obiettivo 100% olio di palma da fonti sostenibili comprovate entro la fine del 2016.

Dal 2004 siamo membri della Roundtable on Sustainable Palm Oil (RSPO). Questa associazione promuove l’olio di palma prodotto rispettando determinate condizioni sociali e ambientali. Concretamente, questo significa che dal 2005 per le piantagioni di olio di palma non vengono più devastate le foreste tropicali, che le leggi vengono rispettate e che le condizioni di lavoro sono eque e sicure.

Siamo in testa alla classifica

I nostri ottimi risultati sono documentati nel nuovo «Palm Oil Buyers Scorecard 2016» pubblicato dal WWF il 21 settembre 2016, nel quale l’associazione ha verificato quali obiettivi le aziende si sono prefisse di rispettare nella produzione di olio di palma, olio di palmisti e derivati dell’olio di palma sostenibili per l’uomo e l’ambiente nonché se tali obiettivi sono stati raggiunti o meno. Il rating prende in esame 137 aziende in tutto il mondo di cui sei con sede in Svizzera. Inoltre, il WWF ha sancito il nostro primato in fatto di partnership aziendali già in luglio.

Valutazione Coop: documento internazionale del WWF «Palm Oil Buyers Scorecard 2016» (interattivo, in inglese)

Rapporto del WWF «Palm Oil Buyers Scorecard 2016» (PDF in inglese)

Comunicato stampa del WWF del 21.09.2016