Tutte le news
12.07.2018

Meno plastica con le confezioni fatte d'erba

Un primo, importante passo per ridurre il consumo di plastica: una confezione costituita per il 40 percento da erba. Rispetto a un materiale d'imballaggio tradizionale, la produzione di carta erba richiede il 40 per cento di energia in meno. E questo non è che l’inizio.

Da mercoledì 4 aprile nella Svizzera orientale, nord-occidentale, centrale e a Zurigo proponiamo le nostre mele bio Naturaplan nella nuova confezione di carta erba. L'imballaggio può essere riciclato come il cartone standard ed è realizzato con erba essiccata e pasta di legno da foreste certificate FSC. Rispetto agli imballaggi in pasta di legno pura, la sua produzione richiede fino al 40 per cento di energia in meno e permette di risparmiare notevoli quantitativi d'acqua.

Superfici erbose come habitat di animali e piante

L'erba utilizzata per realizzare l'imballaggio proviene prevalentemente da superfici di compensazione ecologica situate nei pressi delle cartiere, dove la vegetazione cresce spontaneamente senza l'impiego di fertilizzanti. Affinché l'erba e le piante possano produrre semi, il taglio avviene solo due volte l'anno. L'erba lunga non è adatta come foraggio per gli animali, ma è perfetta per la produzione di carta erba. Per questo i prati, oltre a offrire un importante habitat a specie animali e vegetali, sono una preziosa materia prima.

Grandi passi avanti nella riduzione della plastica

Le confezioni in carta erba sono il risultato di un progetto durato diversi anni e costituiscono un primo passo verso la riduzione dei materiali d'imballaggio per la nostra frutta e verdura bio. Al momento stiamo testando ulteriori alternative e in autunno metteremo in atto nuove misure volte a ridurre il materiale d'imballaggio e risparmiare plastica.

Ulteriori informazioni sulla riduzione del consumo di plastica

Altri fatti su questo argomento

Scopri tutti i fatti