Tutte le news
21.12.2015

Più benessere per gli animali: anche all'estero

La agricoltura nazionale non riesce a coprire il fabbisogno del paese, per questo prestiamo particolare attenzione a un allevamento rispettoso della specie anche nel caso ad esempio della carne di tacchino proveniente dall'estero.

Il 75% della carne nei nostri supermercati è svizzera e in alcuni settori la percentuale arriva fino al 100%. Ma poiché la domanda di carne di tacchino fresca supera l'offerta nazionale, la importiamo dall'estero.  

Gli standard della protezione svizzera degli animali anche all'estero

Da luglio 2015 importiamo solo carne di tacchino dagli allevamenti esteri che si attengono ai requisiti della legge federale sulla protezione degli animali, secondo la quale gli animali allevati al di là delle frontiere svizzere devono avere un 40% di spazio in più rispetto agli standard EU.

Ma non è finita qui

Ci spingiamo oltre quanto previsto dalla legge federale sulla protezione degli animali e rifacendoci al programma svizzero SSRA (sistema di stabulazione particolarmente rispettoso degli animali) tra le misure per i tacchini abbiamo introdotto anche i posatoi sopraelevati per il ristoro e il riposo degli animali. In una fase successiva i tacchini dovranno inoltre avere accesso a uno spazio esterno per muoversi all'aria aperta durante il giorno. Le condizioni delle stalle, del trasporto e della macellazione presso i nostri fornitori stranieri di tacchini vengono verificate dalla Protezione svizzera degli animali (PSA), che sostiene inoltre il nostro progetto in funzione di consulente.

Coop Cooperazione 21.12.2015