Tutte le news
03.08.2016

Proteggiamo i boschi

Per proteggere al meglio i boschi di tutto il mondo è indispensabile poter contare su un gran numero di forze. Noi collaboriamo.

Un aiuto attivo alla protezione dei boschi

Nel mese di luglio abbiamo firmato la New York Declaration on Forests per la protezione dei boschi. Infatti, solo insieme ai governi e alle ONG possiamo evitare che in tutto il mondo vengano disboscate ampie aree boschive.

I boschi sono indispensabili all’esistenza

I boschi sono indispensabili per il nostro futuro in quanto sono responsabili per circa l’80% della biodiversità sulla terra e svolgono un ruolo importantissimo per oltre 1,6 miliardi di persone. Tuttavia, ogni anno le aree boschive di tutto il mondo diminuiscono di circa 13 milioni di ettari, il che corrisponde a tre volte la superficie del territorio svizzero. Circa la metà di queste aree scompare perché viene convertita alla produzione di olio di palma, di soia, di carne di manzo e di carta.

Gli obiettivi da raggiungere entro il 2030

  • La New York Declaration on Forests definisce inoltre i seguenti obiettivi:

    • Ridurre di almeno la metà la perdita di aree boschive entro il 2020 e annullarla totalmente entro il 2030.
    • Sostenere l’economia privata a eliminare le operazioni di disboscamento nelle filiere produttive di soia, olio di palma, carta e carne di manzo.
    • Cercare delle alternative affinché la popolazione possa sfruttare i boschi locali in modo sostenibile.
    • Ristabilire 150 milioni di ettari di bosco entro il 2020 e altri 200 milioni entro il 2030.
    • Ridurre i gas serra causati dal disboscamento conformemente agli obiettivi fissati per la protezione globale del clima.

Le nostre iniziative per la protezione dei boschi

  • Con la nostra azienda ci impegniamo a raggiungere diversi obiettivi. Eccone alcuni esempi:

    • Legno e carta: favoriamo l’uso di prodotti FSC o riciclati. Nel 2015, la quantità di legno e carta proveniente da fonti sostenibili ha raggiunto la soglia del 70,8%.
    • Olio di palma: dal 2004 siamo membri della Roundtable on Sustainable Palm Oil con la quale ci impegniamo a produrre olio di palma rispettando condizioni sociali e ambientali eque e a impedire che le foreste tropicali vengano rase al suolo. Alla fine del 2015, il 92,7% dell’olio di palma contenuto negli alimenti fabbricati con il nostro marchio proveniva direttamente da coltivazioni sostenibili.
    • Soia: non solo abbiamo ideato i Criteri di Basilea per favorire una coltivazione responsabile della soia, ma abbiamo anche fondato la Rete svizzera per la soia. Oggi, il 94% della soia importata in Svizzera come mangime rispetta gli standard della Rete svizzera per la soia. Si tratta di soia proveniente da una coltivazione sostenibile, priva di OGM e che non ha causato nessun tipo di disboscamento.
    • Coltivazione di cacao: sosteniamo progetti di riforestazione che comprendono ad esempio sistemi innovativi per la coltivazione di cacao. Grazie a questi progetti siamo in grado di migliorare gli ecosistemi locali.

    Maggiori informazioni sul legno e la carta

    «New York Declaration on Forests»