Tutte le news
23.03.2018

Verdure ed erbe aromatiche sempre fresche, con un’aiuola rialzata

Verdure ed erbe aromatiche direttamente dal giardino di casa? Sì, grazie! Un’aiuola rialzata consente di dedicarsi al giardinaggio anche con poco spazio a disposizione e aiuta a prevenire problemi alla schiena. Giusto in tempo per l'arrivo della primavera, ecco qualche consiglio su come costruire e curare un’aiuola rialzata.

Un’aiuola rialzata consente di dedicarsi al giardinaggio anche quando si ha poco spazio a disposizione e di coltivare verdure ed erbe aromatiche a casa propria. Oltre ad abbellire il giardino, le aiuole rialzate possono essere allestite, in scala ridotta, anche su terrazzi e balconi. Ecco qualche consiglio utile per ottenere il massimo rendimento dalla vostra aiuola rialzata.

Costruire un’aiuola rialzata

L’aiuola rialzata ideale è racchiusa da una struttura portante tra gli 80 e i 90 centimetri di altezza, saldamente ancorata nel sottosuolo e riempita di vari strati di terriccio e compost. L’altezza di 80 centimetri presenta numerosi vantaggi: costituisce infatti una protezione naturale contro le lumache e al contempo salvaguarda la schiena, poiché permette di curare le piante senza doversi chinare.  

Potete ideare e costruire da soli la vostra aiuola rialzata, oppure optare per un kit prefabbricato o addirittura per un modello già completamente montato.

Qui trovate le istruzioni per costruire la vostra aiuola rialzata

Eco-consiglio

Quando acquistate materiali in legno, come per esempio pallet o assi, verificate che siano realizzati con legno svizzero FSC contrassegnato dal label Oecoplan.  Questo marchio, esplicitamente consigliato dal WWF, garantisce un utilizzo sostenibile delle foreste e promuove la silvicoltura locale.

La posizione giusta

Per un’esposizione ottimale alla luce, l’aiuola rialzata dovrebbe essere disposta in direzione nord-sud, evitando di collocarla sotto alberi e cespugli. Le piante a crescita alta vanno posizionate sul lato rivolto a nord, quelle più basse a sud.

La preparazione giusta

Le aiuole rialzate devono essere riempite a strati.

Strato inferiore
Ghiaia, argilla espansa o cippato di legno con funzione drenante
Strato intermedio
Materiale tritato o compost di scarti vegetali già pronto
Strato superiore

Uno strato sottile di terriccio speciale, p.es. terriccio universale Oecoplan

Ogni strato deve corrispondere a circa un terzo del volume totale. È possibile predisporre un’aiuola rialzata anche in autunno, per poi mettervi a dimora le piante in primavera.

Eco-consiglio

Scegliete terriccio senza torba. Sebbene la torba sia una sostanza comunemente presente nel terriccio, il suo processo di decomposizione ha effetti negativi sul clima e sulla biodiversità. Per questo, dal 2013 il nostro terriccio di marca propria non contiene torba. E ricordate: le indicazioni per un corretto riempimento sono ora riportate anche sui tre materiali di riempimento per aiuole rialzate Oecoplan (cippato di legno, compost di scarti vegetali e terriccio universale). 

La coltivazione giusta

Un’aiuola di recente realizzazione dovrebbe accogliere piante forti consumatrici, che qui troveranno l’alta concentrazione di sostanze nutritive di cui necessitano per prosperare. Negli anni successivi, sarà poi possibile sostituirle con altre specie a ridotto fabbisogno di nutrienti. In linea generale, consigliamo però di prediligere le colture miste.

Tra le verdure si prestano, ad esempio, formentino, cavolo rapa e ravanelli. Per quanto riguarda le erbe aromatiche, meglio sistemare al centro varietà come levistico, dragoncello, o rosmarino, lasciando spazio ai margini per prezzemolo, crescione ed erba cipollina.

Eco-consiglio

I fiori e le piante con il label Naturaplan provengono da aziende con metodi di produzione esclusivamente biologici – nella maggior parte dei casi svizzere. Per favorire una crescita rigogliosa, al posto di insetticidi e fertilizzanti chimico-sintetici si utilizzano concimi organici, come compost o farina di corna. Anche i semi del marchio ProSpecieRara sono particolarmente indicati per una coltivazione sostenibile.

Le cure giuste

Le aiuole rialzate devono essere innaffiate più spesso di quelle a livello del suolo, perché nella struttura che le racchiude la temperatura è più elevata. In estate si raccomanda di bagnarle ogni giorno. Un sistema di irrigazione vi risparmierà una buona dose di lavoro. E non dimenticate di concimare l’aiuola a primavera: così facendo, potrete continuare a usarla per molti anni a venire.

Altri consigli di Coop Edile+Hobby sulle aiuole rialzate

Altri fatti su questo argomento

Scopri tutti i fatti