Le api selvatiche forniscono un notevole contributo alla biodiversità

In Svizzera si contano oltre 600 specie di api selvatiche. Sono particolarmente importanti per l’impollinazione e dunque insostituibili nell’ottica della biodiversità. Da qui l’emergenza: il 45% delle api selvatiche è a rischio d’estinzione.

Le api selvatiche sono responsabili per due terzi dell’impollinazione, quelle mellifere per un terzo. Uno studio internazionale con 40 gruppi di ricerca ha dimostrato che gli impollinatori selvatici (tra i quali rientrano anche coleotteri, mosche, vespe e farfalle) detengono un ruolo ben più importante di quanto si presumesse finora.  Un esempio: 600 api muraiole sono sufficienti per impollinare un ettaro di alberi da frutta. Per lo stesso e identico compito servono invece circa 120’000 api mellifere, che in una giornata tipo ottimale sono in grado di impollinare da 2’000 a 3’000 fiori. L’ape muraiola della specie osmia cornuta ne impollina, nello stesso arco di tempo, da 4’500 a 5’600, mentre un’ape solitaria della specie anthophora plumipes arriva a impollinare addirittura fino a 8’800 fiori.  

Superfici lasciate allo stato naturale a beneficio delle api selvatiche

Per le api selvatiche è essenziale disporre di luoghi di nidificazione idonei, che però scarseggiano sempre più a causa delle monoculture. Gli scienziati hanno dimostrato che, se sul territorio sono presenti anche i cosiddetti impollinatori selvatici, il raccolto aumenta notevolmente. Per questo, vale senz’altro la pena creare isole naturali nelle aree agricole. 

I nemici delle api selvatiche

Sono molteplici le cause legate alla tanto lamentata moria delle api, ed essendo molteplici i fattori in gioco, non esistono rimedi semplici. È dunque essenziale muoversi e intervenire su più fronti. Maggiori dettagli sul tema della moria delle api e sugli approcci risolutivi al sito: http://www.wildbee.ch/wildbienen/bienensterben

Ecco come si costruisce un nido artificiale per api selvatiche

Per garantire un maggior numero di luoghi di nidificazione alle api selvatiche, potete costruire anche voi un nido artificiale.  Servono ramoscelli cavi, per esempio da piante di bambù o di stiancia, una cornice resistente alle intemperie, una parete ripida di sabbia, un ceppo di legno morto ecc. È importante impiegare materiali naturali. Di seguito troverete istruzioni dettagliate per la realizzazione di un nido artificiale. 

Istruzioni per la realizzazione di un nido artificiale per api selvatiche

Principi e temi

Altri fatti su questo argomento

Scopri tutti i fatti