United Nations Global Compact (UNGC)

Dichiarazione d'impegno del presidente della Direzione generale di Coop

Siamo lieti che il Global Compact dell’Onu (UNGC) riconosca il contributo positivo a livello globale da parte del mondo economico a favore del benessere economico e sociale e della sostenibilità. Pertanto confermiamo volentieri il nostro sostegno attivo ai 10 principi dell’UNGC a cui abbiamo aderito già sette anni fa.

Ci adoperiamo in maniera tangibile a favore della sostenibilità in tutte le sue espressioni: economica, ecologica e sociale. È un atto d’impegno che abbiamo esplicitato nella medesima forma anche nelle nostre linee guida. Il nostro operato si ispira ai 10 principi dell’UNGC e determina effetti positivi su collaboratori, clienti, partner e sui territori nei quali agiamo. Troverete le misure concrete da noi intraprese sul sito fatti-non-parole.ch e nel nostro Rapporto di sostenibilità 2015. In questa pagina è nostra intenzione illustrarvi attraverso una tabella in che modo applichiamo concretamente i 10 principi di cui sopra.

Di seguito alcuni degli eventi salienti che hanno segnato il 2015:

    • Materie prime problematiche: la coltivazione e la produzione di materie prime agricole e silvicole hanno in parte un notevole impatto ecologico e sociale. Abbiamo definito obiettivi concreti e standard minimi per 14 materie prime al fine di ridurre tale impatto.
    • Tessili senza impiego di sostanze tossiche: Greenpeace ci definisce un «pioniere» nell’adempimento del nostro Detox-Commitment. Si tratta di un forte segnale di impegno volto a evitare l’impiego di sostanze chimiche indesiderate nella produzione di tessili.
    • Crescita Fairtrade: la nostra strategia di crescita in ambito Fairtrade è al giro di boa. Dal 2009 siamo riusciti a quadruplicare il relativo assortimento. L’obiettivo è di convertire entro il 2020 al commercio equo e solidale tutte le materie prime provenienti dai paesi emergenti e in via di sviluppo.
    • Croce Rossa Svizzera (CRS) e WWF: lavoriamo da lungo tempo con queste due organizzazioni, e nel 2015 abbiamo avviato con loro una partnership strategica. Con la CRS aiutiamo in modo rapido e immediato chi è in difficoltà. Con il WWF intendiamo sensibilizzare i nostri clienti a un comportamento sostenibile in materia di consumi e creare un assortimento in tal senso.
    • Il WWF consiglia Coop Oecoplan: la nostra marca propria Non Food ecologica è raccomandata dal WWF, l’organizzazione naturalista e ambientalista di fama mondiale.
    • Edilizia sostenibile: Sosteniamo lo standard edilizio «Costruzione Sostenibile Svizzera» (SNBS), il primo in Svizzera a tener conto di tutti gli ambiti dell’edilizia sostenibile.
    • Mobilità ecologica: abbiamo deciso di costruire la prima stazione di servizio pubblica a idrogeno in Svizzera e di convertire una parte della nostra flotta di veicoli di servizio e camion al funzionamento a idrogeno. L’idrogeno necessario sarà ricavato in maniera ecologica da energia idroelettrica. Ci è stato inoltre conferito l’Energy Globe World Award nella categoria «Aria» per aver impiegato il primo camion da 18 tonnellate a trazione elettrica.
    • Salute sul posto di lavoro: abbiamo introdotto la gestione della salute in azienda. In tal modo contribuiamo alla salute e forma fisica dei nostri collaboratori, oggi e in futuro.

Il Global Compact dell’Onu resta per Coop un importante parametro al quale continueremo ad aderire attivamente e con impegno anche in futuro in ogni nostra attività.

Cordiali saluti

Joos Sutter
Presidente della Direzione generale Coop (Svizzera)

Scaricare tabella UNGC-GRI 2014 (in inglese) 

Principi e temi

Altri fatti su questo argomento

Scopri tutti i fatti