Produzione e commercio equosolidali

Trattamento equosolidale dei produttori del sud e delle Alpi svizzere e rispetto di standard sociali riconosciuti.

Equità: una questione di rispetto

Con i nostri fornitori abbiamo instaurato un rapporto partecipativo poiché l’equità, il rispetto e la trasparenza rappresentano il segreto del successo e di una crescita costante. L’aspetto più importante per noi è l’equità: nella coltivazione di materie prime, nella lavorazione così come nel commercio.

Fairtrade Max Havelaar

In Svizzera siamo il principale distributore di prodotti da commercio equosolidale, mentre a livello mondiale siamo tra i rivenditori leader del settore. Un prodotto equosolidale su due acquistato in Svizzera proviene da uno dei nostri negozi. Continuiamo su questa via affinché tutto il nostro assortimento costituito da materie prime coltivate al sud rispecchi gli standard del commercio equosolidale. Così facendo, circa 650’000 piccoli coltivatori, lavoratori e cooperative di produttori potranno approfittare di prezzi equi e di rapporti commerciali ben radicati.

Pro Montagna

Con il nostro marchio dedicato ai prodotti delle regioni di montagna promuoviamo lo sviluppo dell’economia alpina svizzera. Affinché i posti di lavoro e le prospettive future possano essere garantite, le materie prime devono provenire dalle regioni di montagna e qui essere lavorate. Parte dei ricavi dei prodotti Pro Montagna va a sostenere il Padrinato Coop per le regioni di montagna promuovendone così lo sviluppo.

Standard minimi per tutti i produttori

Ci impegniamo affinché anche per la merce prodotta in modo convenzionale vengano rispettati gli standard sociali minimi. I nostri partner commerciali devono quindi provare in modo attendibile il rispetto di tutte le convenzioni dell’Organizzazione internazionale del lavoro (OIL) e della Convenzione ONU sui Diritti dell’infanzia. Nei paesi più a rischio promuoviamo inoltre l’introduzione del Code of Conduct della Business Social Compliance Initiative (BSCI) o di altri standard affini come prescritto nelle Direttive sull’approvvigionamento sostenibile e nell’Accordo di qualità Coop.

Vestiti e tessili equosolidali

Da 20 anni il nostro marchio Naturaline si erge da modello a livello sociale e ambientale nella produzione di tessili. La maggior parte del cotone bio proviene da progetti Biore realizzati in India e in Tanzania. Ogni fase della lavorazione – dalla coltivazione del cotone bio alla finitura del capo d’abbigliamento – si attiene strettamente a standard ecologici e sociali. Il nostro obiettivo è di certificare tutta la nostra catena di produzione Naturaline secondo lo standard SA8000. Ad oggi, quasi la metà dei produttori principali Naturaline è in possesso di questo certificato, mentre i rimanenti sono stati integrati nel processo BSCI.