Imballaggi

Ridurre e ottimizzare il materiale di imballaggio per evitare i rifiuti e salvaguardare le risorse.

Imballaggi: evitare, ridurre o ottimizzare

Ogni anno in Svizzera 450’000 tonnellate di materiale di imballaggio finiscono tra i rifiuti. Da molti anni ci impegniamo per la riduzione della quantità di rifiuti. Questo ci permette di risparmiare sulle risorse e sull’energia nella produzione, nel trasporto e nello smaltimento e di ridurre il volume complessivo dei rifiuti.

Nella primavera del 2009 abbiamo avviato il progetto pilota Imballaggi sostenibili per alcuni dei nostri assortimenti. Abbiamo verificato in che modo fosse possibile rinunciare del tutto agli imballaggi, come ridurli e quali materiali riciclabili impiegare. Abbiamo anche tenuto conto della questione di come smaltire l’imballaggio dopo l’uso o se quest’ultimo può essere riciclato.

Imballaggi più sostenibili per tutti i nostri marchi

Due anni dopo abbiamo esteso il progetto Imballaggi sostenibili a tutti i marchi propri. Da allora valutiamo costantemente se all’imballaggio in essere esiste un’alternativa più ecologica. Ad esempio risparmiamo sul materiale impiegando bottiglie in PET più sottile e facendo a meno dell’imballaggio nella vendita di frutta e verdura sfusa. Abbiamo optato per un’alternativa più ecologica nel caso dei cartoni per le bevande, i quali sono ora tutti certificati FSC. E lo strato intermedio dei contenitori in plastica di numerosi prodotti Bell è in PET riciclabile adatto agli alimenti. Grazie alla loro forma quadrata, le grandi vaschette di insalata Betty Bossi consentono di risparmiare un terzo del materiale, il quale a sua volta è in gran parte in PET riciclabile. Le vaschette risultano meglio impilabili e occupano meno spazio nello scaffale e durante il trasporto. Un esempio ben riuscito di ottimizzazione completa e ben studiata dell’imballaggio, basato sugli obiettivi del nostro secondo pilastro volto a ridurre e ottimizzare l’impiego dei materiali durante tutto il ciclo di vita.

Igiene e protezione sempre garantite

Dall’estate del 2011 siamo riusciti a ridurre di oltre 3’000 tonnellate il materiale di imballaggio o di ottimizzarlo dal punto di vista ecologico. Nonostante il risparmio, gli imballaggi non solo sono più sostenibili, ma proteggono i prodotti in modo ottimale garantendone la freschezza e il gusto.