Maggior consumo di caffè Fairtrade al nord, maggiore qualità di vita al sud

Più di due terzi del caffè proveniente dalle coltivazioni di tutto il mondo sono prodotti da piccoli coltivatori che spesso non riescono a vendere il loro raccolto a un prezzo redditizio.

Fairtrade Max Havelaar si impegna insieme a noi affinché il commercio di caffè avvenga a condizioni eque e per un netto miglioramento delle condizioni di lavoro e di vita delle famiglie di contadini e dei lavoratori del sud del mondo.

Oggi, tutto il caffè impiegato nel nostro marchio Qualité & Prix proviene da commercio equosolidale. L’aggiunta del label di qualità Fairtrade Max Havelaar non ha comportato un rincaro di prezzo per i nostri clienti: i costi aggiuntivi sono a carico nostro. In totale, la percentuale di caffè Fairtrade nei nostri prodotti a marca propria corrisponde al 91% del fatturato (escl. Prix Garantie).

Fairtrade Max Havelaar e Coop

Il viaggio di un chicco di caffè

Baseline Code della Global Coffee Platform

Il Baseline Code della Global Coffee Platform (in precedenza Common Code for the Coffee Community Association, 4C) definisce gli standard per una produzione sostenibile del caffè in senso ecologico, sociale ed economico. I produttori di caffè che si attengono al Baseline Code si impegnano per un miglioramento continuativo delle condizioni di coltivazione e lavorazione.

In generale, sono vietati il lavoro minorile e forzato, l’impiego di pesticidi critici o il disboscamento delle foreste pluviali. Inoltre le aziende di lavorazione e rivenditrici finanziano la formazione periodica dei produttori. Per i nostri prodotti Prix Garantie e per gli articoli di marca ci adoperiamo affinché i criteri fissati dal Baseline Code della Global Coffee Platform siano implementati.

Maggiori informazioni su Global Coffee Platform

Caffè equosolidale
Caffè equosolidale