MSC: per una pesca di cattura sostenibile e certificata

Dal 1997 il Marine Stewardship Council (MSC), fondato dal WWF e da un gruppo di aziende di beni di consumo, si impegna a favore di una pesca di cattura rispettosa dell’ambiente. Ottengono il label solo le aziende ittiche che osservano queste semplici ma efficaci regole:

    • È consentito pescare solo la quantità di pesce che riesce a riprodursi in maniera del tutto naturale; è necessario rispettare i fermi di pesca stagionali.
    • E necessario ridurre la cattura delle popolazioni soggette a pesca eccessiva o minacciate, in modo da lasciare loro il tempo utile per una ripresa effettiva.
    • Le pratiche di pesca non devono gravare sulla struttura, sulla varietà e sulla produttività dell’ecosistema e delle sue specie.

Stretta collaborazione con MSC

Sosteniamo l'organizzazione MSC e dall'anno 2000 vendiamo prodotti certificati MSC. Tra questi figurano il tonno bianco (in scatola), il filetto di sgombro (2008) e la platessa (2009), uno dei pesci commestibili più importanti. È inoltre presente la lucioperca MSC proveniente dalla Svezia.

Tonno dal progetto di collaborazione WWF

Numerose popolazioni di tonno oggi sono a rischio o addirittura soggette a una pesca eccessiva. Per questo motivo abbiamo eliminato dal nostro assortimento il tonno rosso nel 2007 e il tonno obeso nel 2008. In compenso, oggi offriamo tonno fresco proveniente da popolazioni tutelate dal progetto di collaborazione con il WWF.

La pesca eccessiva non è l’unico problema, anche molti dei metodi di cattura nuocciono all’ambiente danneggiando il fondo marino o catturando specie non desiderate.

La pesca con lenza a mano invece è un metodo di minor impatto ambientale: gli ami provvisti di esche vengono calati nell’acqua da una piccola barca all’ancora o in movimento. I tonni vengono così catturati singolarmente.

In collaborazione con noi, con il WWF e con la Deutsche Investitions- und Entwicklungsgesellschaft (DEG, fondo tedesco per l’investimento e lo sviluppo), alcuni pescatori nelle Filippine hanno avviato un progetto a favore della pesca del tonno pinna gialla con lenza a mano. Con una flottiglia di circa 2’200 imbarcazioni in legno, varie comunità collaborano con i partner del progetto. La garanzia di un accesso duraturo al mercato, la tracciabilità e la struttura partenariale del progetto rafforzano la posizione dei pescatori e ne assicurano il sostentamento.

Partner del progetto

WWF

DEG