Produzione ecosostenibile

Maggiore biodiversità grazie alla coltivazione bio e a meno pesticidi.

La produzione ecosostenibile: più biodiversità e più vita

Nelle aziende bio vivono tra il 30 e il 300% di specie vegetali e animali in più che nelle coltivazioni tradizionali. I prodotti bio garantiscono quindi una maggiore biodiversità. È per questo che, tra le altre cose, ci impegniamo dal 1993 per una produzione ecosostenibile, e questo con il primo marchio bio nel commercio al dettaglio svizzero: Coop Naturaplan. Ma anche nella coltivazione convenzionale cerchiamo di produrre nel modo più ecosostenibile possibile, ad esempio utilizzando meno pesticidi.

Insieme a Bio Suisse, l’associazione mantello dei contadini bio svizzeri, e all’Istituto di ricerche dell’agricoltura biologica (FiBL), ci impegniamo da oltre 20 anni per l’agricoltura bio e per una maggiore quantità di prodotti bio, in Svizzera come all’estero.

Gli alimenti biologici si caratterizzano per gli elevati standard di qualità e sostenibilità nella produzione: il FiBL ne ha riassunti gli aspetti determinanti in un pratico opuscolo. L'opuscolo analizza anche le differenze tra alimenti biologici e convenzionali in base alle conoscenze attuali, con l'aiuto di diversi esempi.

La più grande varietà bio della Svizzera

Oggi in Svizzera quasi un prodotto bio su due viene acquistato in un negozio Coop. Da noi la Gemma di Bio Suisse non compare soltanto sui circa 1'800 prodotti Naturaplan ma anche su numerosi prodotti dei nostri marchi Pro Montagna, Jamadu, Fine Food e Karma. Anche la frutta e verdura (escluse le mele di alberi ad alto fusto), i semi e le piantine di ProSpecieRara sono certificati Bio Suisse, e per il giardino bio offriamo, con il marchio Oecoplan, una grande quantità di prodotti con la Gemma. Per non parlar del fatto che proponiamo sempre più articoli delle marche più amate in qualità bio.

Coltivazione sostenibile per una maggiore varietà

Studi scientifici del FiBL dimostrano che l’agricoltura bio promuove la biodiversità, in particolare attraverso la rinuncia ai pesticidi chimico-sintetici, una maggiore rotazione delle colture, una quantità maggiore di trifogli e più superfici di compensazione ecologica. Ogni azienda Bio Suisse deve inoltre attuare almeno 12 misure aggiuntive di tutela della biodiversità selezionate all’interno di un ampio catalogo di provvedimenti. Gli studi hanno inoltre dimostrato che una maggiore presenza di coltivazioni bio può ripristinare la biodiversità originaria delle superfici coltivate.

I nostri progetti pilota in Kenia e in Italia mostrano inoltre che gli antiparassitari bio, seppur sviluppati per l’uso su colture biologiche, possono essere impiegati con successo anche nella coltivazione convenzionale, portando anche qui a un minore impiego di pesticidi chimico-sintetici.

Opuscolo FiBL: 100 argomenti a favore dell'agricoltura biologica

Produzione ecosostenibile anche all’estero

Dal momento che molti prodotti vengono importati, ci impegniamo per metodi di produzione ecosostenibili non solo in Svizzera ma anche all’estero. Per questo motivo siamo parte della Business Environmental Performance Initiative (BEPI), che si prefigge di migliorare le condizioni di produzione all’estero tramite consulenze e controlli comuni.