Ci impegniamo per il bio, sia in Svizzera che nel resto del mondo

Più di 25 anni fa avevamo una visione: rendere accessibili a tutti i consumatori generi alimentari prodotti nel rispetto dell'ambiente e degli animali, commercializzandoli a prezzi equi. Così nel 1993 abbiamo lanciato, in collaborazione con Bio Suisse, il marchio bio Naturaplan.

Con una gamma di circa 3’000 prodotti, 1'800 dei quali della linea Naturaplan, da noi trovate il più grande assortimento bio del commercio al dettaglio svizzero. Speciale da Coop: in pratica tutto l’assortimento Naturaplan e anche la maggior parte degli altri prodotti bio recano la Gemma di Bio Suisse. Grazie alla notevole domanda di prodotti realizzati in maniera sostenibile dal 1993 il numero di contadini bio svizzeri è più che quadruplicato, arrivando agli attuali 6’200. Dopotutto, oltre il 13% delle superfici agricole elvetiche vengono coltivate in maniera biologica: una tendenza in costante crescita.

25 anni di Naturaplan. Naturale. Giusto. Buono.

Rispetto degli standard più elevati con la Gemma di Bio Suisse

Tutti i prodotti bio Naturaplan sono contrassegnati fin dal primo momento con la Gemma, il marchio di qualità di Bio Suisse. Le direttive della Gemma superano di gran lunga i requisiti di legge per i prodotti bio. Oltre a Demeter, Naturaplan è quindi il marchio bio con i requisiti più severi della Svizzera. Alcuni esempi:

    • Ciclo chiuso e naturale: è l’intera fattoria a essere gestita in maniera biologica, non solo i singoli stabilimenti.
    • Allevamento consono alla specie: gli animali vivono in piccoli gruppi e possono uscire all’aperto anche durante l’inverno.
    • Lavorazione attenta e nessuna aggiunta di coloranti o aromatizzanti: non sono ammessi nemmeno i coloranti naturali.
    • Ridurre l’impatto sul clima: i prodotti contrassegnati dalla Gemma non devono essere trasportati per via aerea, devono preferibilmente provenire dalla Svizzera e le serre non devono essere completamente riscaldate.
    • Maggiore biodiversità: oltre a rinunciare all'impiego di pesticidi chimico-sintetici, i produttori della Gemma devono introdurre numerose misure aggiuntive per promuovere la biodiversità nella loro azienda.

8 buoni motivi per scegliere la Gemma di Bio Suisse

Le direttive Bio Suisse in dettaglio

Numero speciale GREEN 2016: futuro robotizzato per l'agricoltura bio? (solo tedesco)

Coop Storia Bio - Urs Brändli, presidente di Bio Suisse

Coop Storia Bio con Peter Kunz coltivatore di cereali

Naturaplan: ben oltre il bio

Per quanto possibile, i prodotti o le materie prime provenienti dal sud derivano dal commercio equosolidale e recano la certificazione Fairtrade Max Havelaar. Inoltre, con il marchio Naturaplan offriamo anche un vasto assortimento di prodotti bio regionali, così, per esempio, nella Svizzera tedesca e francese sarà disponibile un latte bio della rispettiva regione, per un totale di dodici regioni svizzere.

I risultati raggiunti da Naturaplan sono attestati anche da enti indipendenti: nell’ambito di una valutazione dei marchi alimentari effettuata dal WWF e da altre organizzazioni ambientaliste, Naturaplan ha ottenuto il punteggio più elevato tra i marchi alimentari «completi», rientrando così nella categoria di giudizio «eccellente».

Maggiori informazioni su Naturaplan

Valutazione dei marchi alimentari (solo tedesco)

Collaborazione pluriennale con il FiBL

Il percorso che porta un prodotto bio finito sugli scaffali è lungo e richiede numerose ricerche che si protraggono per tutta la durata della catena di creazione di valore. Nel 1992 abbiamo iniziato a promuovere lo sviluppo delle coltivazioni bio di mele presso l’Istituto di ricerche dell’agricoltura biologica FiBL. Il risultato parla chiaro: nell'arco di 10 anni numerosi coltivatori di frutta hanno convertito le proprie aziende al biologico. Oggi siamo in grado di offrire ai nostri clienti un ricco assortimento di deliziose mele bio d’alta qualità.

Dal 1994 stanziamo costantemente dei finanziamenti a favore del FiBL. L’obiettivo dei numerosi progetti è da un lato promuovere, attraverso la ricerca, un’ulteriore crescita dell’agricoltura bio e dall’altro sostenere lo sviluppo di prodotti bio per Coop. Il FiBL è uno degli istituti di ricerca leader a livello mondiale nell’agricoltura biologica.

Numero speciale GREEN 2016: quale futuro per il bio?

Numero speciale GREEN 2015: un'avvincente intervista con i ricercatori del FiBL

Investimenti efficaci nella ricerca

Ogni anno investiamo un totale di un milione di franchi nella ricerca per l’agricoltura bio del FiBL promuovendone così lo sviluppo in modo continuativo. Ulteriori esempi: nella coltivazione di frutti esotici come mango, meloni e arance secondo le direttive di Bio Suisse forniamo consulenza ai produttori in loco insieme al FiBL, trasmettendo loro le conoscenze necessarie. In questo modo siamo riusciti ad esempio a realizzare una catena di distribuzione per i kiwi bio del Cile e a farli certificare secondo gli standard di Bio Suisse.

Maggiori informazioni sull’Istituto di ricerche dell’agricoltura biologica (FiBL)

Coop Storia Bio con Urs Niggli direttore del FiBL