20.03.2015
Sostenibilità Impegno
Fatto n. 261: Offriamo ai coltivatori di caffè una seconda fonte di reddito

Concluso il progetto Acqua Fairtrade in America Centrale

Presto in America Centrale inizieranno per coltivatori di caffè i «meses flacos», i mesi di magra. Il tempo del raccolto è finito, soldi e cibo scarseggiano. Dal 2010 in collaborazione con l'organizzazione internazionale non profit International Development Enterprise (iDE), Coop ha condotto un progetto Fairtrade incentrato sull'acqua in Nicaragua, Honduras e Guatemala. L'obiettivo è quello di offrire ai contadini una fonte di reddito più ampia rispetto a quella offerta dalla coltivazione del caffè. Il cuore del progetto sono i sistemi d'irrigazione a risparmio d'acqua per la coltivazione di frutta e verdura nei piccoli orti. In quattro anni, Coop ha finanziato il progetto con oltre un milione di franchi e ora ne trae un bilancio positivo.

Coop è il maggior offerente svizzero nonché uno dei principali rivenditori al dettaglio mondiali di prodotti Fairtrade. Tutte le marche proprie di caffè Coop sono certificate Fairtrade così come in futuro anche interi assortimenti con materie prime provenienti dalle regioni del sud del mondo. Per il progetto Fairtrade sull'acqua nell'America Centrale, negli ultimi quattro anni gli orti di oltre 6000 famiglie e 2000 coltivatori di caffè Fairtrade sono stati dotati di un sistema di micro irrigazione.

Goccioline contro la fame
Il sistema di irrigazione è composto da una cisterna e tubicini di plastica posizionati sul terreno di orti e frutteti. I coltivatori di caffè e le famiglie possono così irrigare orti e frutteti da 20 a 1000 m2 risparmiando preziosa acqua. Inoltre, possono così diversificare le coltivazioni e non essere più dipendenti solo dalla raccolta di caffè. Un punto cruciale, perché la stagione della raccolta del caffè dura talvolta appena quattro mesi. Durante il resto dell'anno, le entrate sono però scarse. Di conseguenza sulle tavole di diverse famiglie si ritrovano cibi poveri, mentre alcune si indebitano per sopravvivere. Grazie all'ampliamento delle colture, le famiglie possono alimentarsi meglio e anche vendere i frutti della terra ai mercati locali. Disponendo di un'ulteriore fonte di reddito, le famiglie i contadini possono superare meglio i «meses flacos». Coop ha investito nel progetto oltre un milione di franchi. La cifra proviene dal Fondo Coop per lo sviluppo sostenibile.

Gli orti di casa: una vera sfida
Coop e iDE sono contenti dei risultati del progetto, in particolare, del successo dell'installazione dei sistemi di irrigazione e dei corsi di formazione dei contadini in Marcala, nell'Honduras. Ben quattro cooperative di contadini hanno partecipato al progetto e oltre 100 donne sono state formate; di queste, diverse hanno assunto ora la funzione di formatrice che svolgeranno nelle loro comunità. In questo modo i benefici del progetto aumenteranno. In Nicaragua e Guatemala il progetto non ha ottenuto il successo sperato. È passato del tempo prima che i contadini adottassero le misure, per lo più per la mancanza di un capitale iniziale o per il grande scetticismo verso la novità.

22 marzo 2015: Giornata mondiale dell'acqua
Dal 1993 il 22 marzo, che quest'anno cadrà domenica prossima, si festeggia la giornata mondiale dedicata all'acqua con un tema diverso ogni anno. Il motto quest'anno è «Acqua e Sviluppo sostenibile». La giornata è una ricorrenza scaturita dalla conferenza mondiale ONU sul clima e sullo sviluppo del 1992 tenutasi a Rio de Janeiro.

Fatti, non parole
Con questo motto, Coop ha riunito tutti i fatti mirati a promuovere una maggiore sostenibilità. Insieme ai suoi partner, Coop si impegna infatti da oltre 25 anni a favore di un consumo sostenibile, per la tutela dell’ambiente e per lo sviluppo sociale. La piattaforma www.fatti-non-parole.ch presenta più di 250 «fatti» a cui si aggiungono costantemente nuove iniziative. Per garantire un futuro migliore, Coop profonde il suo impegno qui e oggi per l'uomo, gli animali e la natura. Maggiori informazioni sul progetto Fairtrade dedicato all'acqua in America Centrale sono disponibili su www.fatti-non-parole.ch/261.

Coop si impegna a favore di una gestione sostenibile delle risorse idriche:

Contatti

Denise Stadler, responsabile Ufficio Stampa
Tel. +41 61 336 71 10

Ramón Gander, portavoce
Tel. +41 61 336 71 67

Urs Meier, portavoce
Tel. +41 61 336 71 39

Nadja Ruch, portavoce
Tel. +41 61 336 71 87