02.11.2015
Personale

Coop aumenta nuovamente i salari minimi nel 2016

Coop Società Cooperativa, la numero due nel commercio al dettaglio in Svizzera, aumenterà a inizio 2016 dell’1,3 percento i salari minimi per i collaboratori non qualificati. Anche gli impiegati che lavorano con salario orario minimo guadagneranno di più nel 2016. Inoltre, Coop procederà ad aumenti salariali strutturali individuali. Nonostante il contesto economico pieno di sfide, anche e soprattutto a causa del franco forte, Coop ha deliberatamente mantenuto costante il suo organico nel 2015.

Il 1° gennaio 2016, i collaboratori Coop senza formazione di base otterranno un aumento salariale mensile di 50 franchi, il che equivale a un aumento dell’1,3%. Per i collaboratori non qualificati soggetti al contratto collettivo di lavoro, il nuovo salario minimo lordo ammonterà quindi ai 3900 franchi* per una settimana lavorativa di 41 ore. Anche gli impiegati con salario orario minimo guadagneranno di più: 21.95 franchi anziché come finora 21.65 franchi. Quello del 2016 è il quinto aumento dei salari minimi da parte di Coop nell’arco degli ultimi dieci anni. I collaboratori con formazione di base di almeno due anni riceveranno, come finora, un salario minimo lordo tra i 4000 e i 4200 franchi (per 13 mensilità). Coop concederà inoltre, nel 2016, aumenti salariali individuali ove siano opportuni dal punto di vista strutturale. Non verranno applicati aumenti salariali generalizzati per tutti i collaboratori.

Coop continua a proporre le migliori condizioni d’assunzione nel commercio al dettaglio. Lo attesta anche uno studio da parte dell’agenzia di rating «Inrate», svolto un anno fa, sulle condizioni di lavoro presso grandi aziende del commercio al dettaglio.

*più la 13a mensilità

Contatti

Denise Stadler, responsabile Ufficio Stampa
Tel. +41 61 336 71 10

Ramón Gander, portavoce
Tel. +41 61 336 71 67

Urs Meier, portavoce
Tel. +41 61 336 71 39

Nadja Ruch, portavoce
Tel. +41 61 336 71 87 336 71 87