Coop trasferisce nuovamente i vantaggi valutari su più di 1100 ulteriori prodotti

Da Coop prezzi più convenienti su un totale di oltre 2300 prodotti

Coop continua a impegnarsi in maniera coerente affinché i produttori di articoli di marca trasferiscano ai consumatori i vantaggi valutari risultanti dall’euro debole. I negoziati con i fornitori continuano a dare i loro frutti. Da lunedì 9 febbraio, i prezzi di altri 1100 articoli saranno ribassati fino al 17%. Tra questi, molti articoli di marca quali Nutella, Barilla, McCormick, Heinz o Ariel.

Subito dopo l’abbandono del tasso di cambio minimo, Coop ha ridotto in una prima fase i prezzi di circa 200 articoli del segmento frutta e verdura. In seguito sono stati ridotti i prezzi di altri 1000 prodotti. Lunedì prossimo seguiranno nuovamente oltre 1100 prodotti provenienti dall’area euro. Nel giro di tre settimane, da Coop sono quindi scesi i prezzi di oltre 2300 prodotti. Così facendo, l’azienda basilese del commercio al dettaglio trasferisce prontamente, coerentemente e completamente ai suoi clienti tutti i ribassi riconducibili al tasso di cambio sui prodotti d’importazione.

Proseguono i negoziati con i fornitori
I negoziati con i fornitori dell’area euro si rivelano perlopiù soddisfacenti, ma non sono ancora conclusi. Coop presume che prossimamente seguiranno riduzioni di prezzo su altri gruppi di prodotti. Attualmente sono in corso trattative intense tra Coop e i suoi fornitori, soprattutto i produttori di articoli di marca, con l’intenzione di far beneficiare pienamente i clienti di Coop del basso tasso di cambio dell’euro.

Ecco alcuni dei prodotti che costeranno meno da lunedì 9 febbraio 2015

Contatti

Denise Stadler, responsabile Ufficio Stampa
Tel. +41 61 336 71 10

Ramón Gander, portavoce
Tel. +41 61 336 71 67

Urs Meier, portavoce
Tel. +41 61 336 71 39

Nadja Ruch, portavoce
Tel. +41 61 336 71 87