Un'altra decisione pionieristica nel commercio al dettaglio svizzero a favore della fauna e dell'ambiente

L'assortimento ittico Coop è il più sostenibile della Svizzera

Coop è la prima e l'unica azienda svizzera di commercio al dettaglio ad offrire da subito solo pesce e frutti di mare, freschi e surgelati, unicamente da fonti sostenibili al 100%: elimina pertanto dall'assortimento una mezza dozzina di specie ittiche, classificate dal WWF come «sconsigliati», che comprendono ad esempio il pesce gatto e il merlano dell'Atlantico nord-orientale. La misura rappresenta un risultato concreto ed è frutto della partnership strategica, sugellata da Coop e il WWF a inizio anno.

Come socio fondatore del WWF Seafood Group, Coop richiede da tempo al WWF una verifica annuale del proprio assortimento completo di pesce e frutti di mare. In base alle indicazioni ottenute dalla prestigiosa associazione ambientalista, negli ultimi anni l'offerta è stata adeguata, divenendo sempre più sostenibile. Ora Coop mette al bando gli ultimi pesci e frutti di mare, freschi e surgelati, classificati dal WWF come «sconsigliati». Ciò significa che da subito l'assortimento ittico proverrà esclusivamente da fonti sostenibili. In futuro Coop non venderà più le seguenti specie:

  • Triglia (Atlantico nord-orientale)
  • Lupo di mare (Atlantico nord-orientale)
  • Merlano (Atlantico nord-orientale)
  • Rana pescatrice* (Golfo di Biscaglia)
  • Latterino (Mar Mediterraneo)
  • Heterocarpus reedi (gamberetti boreali del Cile)

Con questa decisione in futuro l'assortimento Coop di pesce e frutti di mare freschi o surgelati comprenderà esclusivamente prodotti classificati dal WWF come «consigliati» o «consigliati con cautela».

Il pesce è sempre più protagonista sulle tavole svizzere
Il consumo di pesce e di frutti di mare è in continuo aumento in tutto il mondo, si tratta infatti di alimenti poveri di grassi, ma ricchi di proteine nobili, preziosi sali minerali e vitamine. Purtroppo la domanda crescente comporta un sovrasfruttamento degli oceani. Lo scorso anno il consumo di pesce e frutti di mare nel nostro paese ha raggiunto un livello record, pari in media a oltre 9 chilogrammo pro capite. Roland Frefel, responsabile Prodotti freschi presso Coop commenta la nuova tendenza: «È evidente che ci troviamo di fronte a una notevole domanda di pesce e frutti di mare, ritengo pertanto che la nostra scelta di cancellare dall'assortimento ulteriori specie ittiche rappresenti una dimostrazione di grande coerenza. Poiché questo passo significa, in definitiva, anche rinunciare a una parte degli utili. Ma è proprio su questi presupposti che si fonda il progetto Fatti, non parole.»

Modifiche costanti all'assortimento dal 2000
Da diverso tempo inoltre Coop ha eliminato dal proprio assortimento prodotti a base di squalo e tonno pinna blu, oppure quelli derivati dal caviale e dallo storione, a meno che non provengano dal proprio allevamento sostenibile della serra tropicale di Frutigen.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.fatti-non-parole.ch/174.

* Coop ora propone la rana pescatrice del Capo proveniente dal Sud Africa da un allevamento sostenibile.

La parola al WWF

Oggi il 90% degli stock ittici è già soggetto a uno sfruttamento eccessivo o ai limiti della tollerabilità; i nostri oceani versano pertanto in una situazione drammatica. Il WWF plaude pertanto all'impegno di Coop. CosìMariann Breu, esperta ittica presso il WWF Svizzera:

«Il comportamento di Coop è degno di lode, la modifica costante dell'assortimento rappresenta un passo importante verso un'offerta sostenibile. Per raggiungere tale obiettivo è necessario inoltre eliminare dalla vendita le singole specie qualora siano minacciate e non esista alcuna alternativapraticabile. Ci congratuliamo con Coop perla coerenza del passo compiuto.»

Basilea, 28 Aprile 2015

Contatti

Denise Stadler, responsabile Ufficio Stampa
Tel. +41 61 336 71 10

Ramón Gander, portavoce
Tel. +41 61 336 71 67

Urs Meier, portavoce
Tel. +41 61 336 71 39

Nadja Ruch, portavoce
Tel. +41 61 336 71 87