Coop opera riduzioni fino al 16% su 89 riviste italiane

Successo nei negoziati sulle riviste italiane

Lunedì 16 marzo, Coop ha tolto dal proprio assortimento varie riviste estere aumentando così la pressione sulle case editrici. La misura ha già portato a un primo successo: la casa editrice italiana Johnsons International News Italia trasferisce a Coop i vantaggi del cambio. L’azienda basilese del commercio al dettaglio potrà quindi ridurre i prezzi di 89 riviste italiane.

Dopo che Coop lunedì 16 marzo aveva tolto dal proprio assortimento varie riviste – tra le quali anche le due riviste italiane «Chi» e «Grazia» – il distributore italiano Johnsons International News Italia ha cercato il contatto con Coop. Johnsons si è dimostrato cooperativo e ha trasferito i vantaggi del cambio.

Prezzi ridotti per 89 riviste italiane
Da inizio aprile, «Grazia» costerà quindi l’11% in meno (fr. 4.00 anziché fr. 4.50), e «Chi» il 10% in meno (fr. 4.50 anziché fr. 5.00). Coop potrà inoltre ridurre i prezzi su un totale di 89 riviste italiane fornite a Coop tramite la Johnsons International News Italia. Tra queste figurano «Gente» e «Sorrisi & Canzoni TV». La rivista «STOP» verrà reintrodotta in assortimento addirittura con un ribasso del 16%. La rivista costerà fr. 4.60 (anziché fr. 5.50), mentre in Ticino costerà a partire da aprile fr. 4.40 (anziché fr. 4.90).

Le case editrici tedesche e francesi non intendono ancora cedere
Attualmente non si registrano ancora ribassi di prezzo per le riviste francesi e tedesche. «Continueremo a impegnarci affinché le case editrici non intaschino i vantaggi del cambio, ma li trasferiscano ai nostri clienti», dice Philipp Wyss, capo della Direzione Marketing/Acquisti e vicepresidente della Direzione generale di Coop.

Contatti

Denise Stadler, responsabile Ufficio Stampa
Tel. +41 61 336 71 10

Ramón Gander, portavoce
Tel. +41 61 336 71 67

Urs Meier, portavoce
Tel. +41 61 336 71 39

Nadja Ruch, portavoce
Tel. +41 61 336 71 87