08.02.2016
Sostenibilità
Coop ambisce a un elevato benessere degli animali anche all’estero

Anche all’estero i tacchini godono di spazi esterni

La legge federale sulla protezione degli animali è una delle più severe al mondo. Anche per questo oltre il 75% della carne da Coop è di provenienza svizzera. Ma poiché non è in grado di coprire il suo intero fabbisogno con la sola carne svizzera, Coop ha avviato una collaborazione con la Protezione svizzera degli animali PSA affinché anche i produttori esteri allevino i propri animali in condizioni paragonabili a quelle vigenti in Svizzera, e li esorta ad andare oltre producendo nel rispetto del cosiddetto standard SSRA. Per quanto riguarda la carne fresca di tacchino, questo ambizioso obiettivo è già stato raggiunto. Nelle stalle i tacchini dispongono del 40% di spazio in più rispetto a quanto previsto dalle direttive comunitarie e di luoghi dove ritirarsi; in più hanno accesso a un vasto giardino d’inverno.

Da tempo ormai, Coop si impegna affinché gli animali da reddito nelle aziende produttrici estere vengano tenuti in condizioni analoghe a quelle vigenti in Svizzera. Dall’autunno del 2015, lo standard minimo richiesto agli allevatori è che rispettino le disposizioni svizzere; gli animali dispongono quindi del 40% di spazio in più rispetto a quanto previsto dalle direttive comunitarie e di luce naturale anziché artificiale. Coop ha esortato e sostenuto i produttori affinché vadano oltre, attenendosi agli standard basati sul programma svizzero per il benessere degli animali SSRA (sistema di stabulazione particolarmente rispettoso degli animali). Nel frattempo, i produttori esteri hanno ristrutturato le loro stalle: oggi tutta la carne di tacchino fresca delle marche proprie Coop (escl. Prix Garantie) rispetta questi requisiti più rigidi. Oltre al maggior spazio, gli animali dispongono di un libero accesso a un giardino d’inverno, di posatoi sopraelevati nella stalla nonché di pavimenti ricoperti completamente con lettiere, sia dentro che fuori. Per maggiori informazioni: www.fatti-non-parole.ch/282.

Standard per il benessere degli animali più elevati a prezzi invariati
I requisiti più elevati per la protezione degli animali causano costi, anche perché si sono dovuti costruire dei giardini d’inverno e i tacchini dispongono di molto più spazio. Coop ha tuttavia deciso di farsi carico dei costi aggiuntivi, per cui i prezzi per i clienti rimangono invariati.

Coop ottiene le note migliori
Dal 2013, la Protezione svizzera degli animali PSA fornisce a Coop la propria consulenza in vari progetti finalizzati all’applicazione degli standard d’allevamento rispettosi degli animali da parte dei produttori esteri. Inoltre esegue verifiche delle stalle e controlla il trasporto e la macellazione degli animali. Per le sue prestazioni in materia di protezione degli animali, Coop ha ottenuto a più riprese il massimo dei voti, per esempio dall’organizzazione Compassion in World Farming oppure dal Business Benchmark on Farm Animal Welfare (BBFAW).  

Ulteriori informazioni sul sito www.coop.ch/animali. Coop è molto apprezzata per il suo impegno non solo all’estero, ma anche in Svizzera, per esempio nell’ambito del programma per il benessere degli animali Naturafarm.

Contatti

Denise Stadler, responsabile Ufficio Stampa
Tel. +41 61 336 71 10

Ramón Gander, portavoce
Tel. +41 61 336 71 67

Urs Meier, portavoce
Tel. +41 61 336 71 39