27.10.2017
Personale
Coop e i sindacati hanno raggiunto un accordo sulla tornata salariale 2018 e sulle nuove CCL

Coop incrementa dell'1% il monte salari complessivo per aumenti salariali individuali

Coop e i sindacati sono giunti a un accordo sulla tornata salariale 2018. Per la tornata salariale 2018 l'azienda svizzera di commercio al dettaglio Coop mette a disposizione complessivamente l'1% del monte salari per aumenti salariali individuali. Inoltre viene rivisto il contratto collettivo di lavoro (CCL) e rinnovato per quattro anni. Con il nuovo CCL Coop potenzia in misura sostanziale le prestazioni per i collaboratori con famiglia. Le trattative di quest’anno sui salari e il CCL tra Coop e i partner sociali SIC Svizzera, Syna/OCST, Unia e l'Associazione degli impiegati Coop (AIC) sono state costruttive.

Per la tornata salariale 2018, Coop mette a disposizione l'1% del monte salari per aumenti salariali individuali a favore dei collaboratori con salario mensile o orario. Questi sono i risultati delle trattative salariali condotte in modo costruttivo tra Coop e i suoi partner sociali SIC Svizzera, Syna/OCST, Unia e l’Associazione degli impiegati Coop (AIC).

Nuovo CCL: più congedo di paternità
Quest'anno, Coop e i partner sociali hanno rinegoziato il CCL per il periodo che va dal 2018 fino alla fine del 2021. Con il nuovo CCL Coop potenzia in misura sostanziale le prestazioni per i collaboratori con famiglia. Nel quadro delle trattative, andate a buon fine, sono stati definiti tra l'altro le seguenti importanti modifiche:

  • il congedo di paternità passa da una a tre settimane. In aggiunta, resta immutato il diritto del collaboratore a due settimane di congedo non pagato;
  • le collaboratrici beneficeranno già a partire dal 3° anno di servizio di 16 settimane di congedo maternità, invece delle 14 settimane previste per legge; infine, con il pagamento del salario al 100% durante il congedo di maternità, Coop supera nettamente i requisiti di legge.
  • l'offerta Child Care di Coop viene sancita nel CCL. Con Coop Child Care, l'azienda svizzera di commercio al dettaglio offre un sostegno finanziario fino a 600 franchi al mese e a figlio ai collaboratori con famiglia monoparentale, se si avvalgono dell'aiuto di terzi per accudire i figli e non superano una determinata soglia salariale.

Valido a partire dal 2018, il nuovo contratto verrà applicato a 37.000 collaboratori provenienti da ogni parte del paese.

Contatti

Urs Meier, responsabile Ufficio Stampa
Tel.  +41 61 336 71 10

Ramón Gander, portavoce
Tel.  +41 61 336 71 67

Andrea Bergmann, portavoce
Tel.  +41 61 336 67 37