Ultimissime dalle vette di Pro Montagna

Pro Montagna propone una interessante selezione di prodotti in legno. In tal modo Coop promuove la silvicoltura nelle zone montuose, dove i boschi svolgono un'importante funzione protettiva, mentre con la produzione di oggetti in legno contribuisce al mantenimento di posti di lavoro.

Foresta come presupposto per la vita

Le foreste offrono un habitat irrinunciabile per animali e piante, contribuendo inoltre alla biodiversità del nostro pianeta. Questi polmoni verdi producono l'ossigeno, legano l'anidride carbonica, svolgono un ruolo imprescindibile nel ciclo dell'acqua e forniscono il legno come materia prima, contribuendo inoltre a preservare importanti posti di lavoro nelle regioni periferiche. Ed è proprio su quest'ultimo aspetto che ci focalizziamo con i prodotti in legno Pro Montagna.

Sostenibilità mediante il rimboschimento

La normativa federale in materia forestale è una delle più rigide al mondo. Non è consentito tagliare più alberi di quanti se ne possano rigenerare con la riforestazione. E le foreste devono essere gestite in modo che possano assolvere alle loro molteplici funzioni nel tempo. Lo sapevate, tra l'altro, che il termine sostenibilità è stato coniato nel 1713 da Carl von Carlowitz quando formulò i principi della silvicoltura?

Il legno: la materia prima più sostenibile

Il legno è una materia prima molto versatile e uno dei materiali più importanti e sostenibili al mondo, poiché in grado di rigenerarsi naturalmente. Riveste un ruolo particolarmente importante come materiale per l'edilizia e la realizzazione di mobili e di diversi prodotti in legno Pro Montagna, dai giocattoli, agli utensili da cucina fino alle slitte e alla legna da ardere. Il legno fornisce inoltre le fibre per la produzione della carta e del cartone, trova impiego in ambito medico, tessile e negli imballaggi ed è un'importante fonte energetica. Ancora due punti importanti: il legno non produce rifiuti ed è amico del clima.

Boschi di protezione per salvaguardare vite umane

La cura e la gestione del patrimonio forestale è di primaria importanza soprattutto nelle zone montane poiché qui i boschi svolgono una vitale funzione di protezione contro le slavine, la caduta massi, gli smottamenti e le inondazioni. Alcuni villaggi diventano abitabili solo grazie ai boschi di protezione che rappresentano circa il 40% delle foreste svizzere e sono situati in genere su ripidi pendii a oltre 1000 metri di altitudine. Con l'acquisto di prodotti Pro Montagna potete salvaguardare queste preziose aree verdi.

Silvicoltura di montagna: un lavoro manuale impegnativo

La silvicoltura nelle regioni montane comporta costi notevoli poiché spesso mancano le infrastrutture e i lavori devono essere realizzati manualmente. L'utile da un metro cubo di legno varia da circa 60 a 70 franchi, mentre i costi per la silvicoltura corrispondono a circa il triplo. A causa del prezzo basso del legno e degli alti costi le aziende forestali non sono in grado di coprire i costi di produzione e devono ricorrere ai contributi statali. Con Pro Montagna sosteniamo la silvicoltura montana così dispendiosa, aiutando a preservare importanti posti di lavoro in queste regioni.

Un progetto esemplificativo: la riforestazione di Goms

Un esempio tangibile del nostro impegno è il progetto di riforestazione realizzato a Goms. All'All'acquisto della legna da ardere Pro Montagna versiamo 50 centesimi al Padrinato Coop per le regioni di montagnache sostiene con questa donazione l'azienda forestale Forst Goms in un progetto di riforestazione nell'Alto Vallese dove vengono piantati faggi e altre specie arboree, indispensabili per garantire la funzione del bosco di protezione.

Impressioni dal rimboschimento di Goms