Combattere il sovrappeso con successo

Il numero dei casi di sovrappeso è cresciuto in tutto il mondo trasformandosi in un problema sanitario di proporzioni crescenti. Il sovrappeso figura tra i fattori di rischio di una serie di malattie. È pertanto consigliabile cercare di raggiungere e mantenere un peso normale. Per chi è in sovrappeso e non si sente a proprio agio, di seguito riportiamo una serie di consigli e informazioni di approfondimento che potranno essere utili in vista della riduzione del peso corporeo.


Sovrappeso: come riconoscerlo e combatterlo

Il body mass index (BMI) vi consente di stabilire se siete in sovrappeso. Il sovrappeso non è però l'unico fattore che incide sulla nostra salute. Ad esso si aggiungono infatti la percentuale di grasso e la distribuzione di quest'ultimo.

Dimagrire in modo duraturo
Se si desidera perdere peso in maniera sana e duratura è importante rivedere il proprio stile di vita.
Ricordate a tal proposito che il dimagrimento ha luogo a piccoli passi, in maniera lenta. Se riuscite a perdere 1 - 2 kg al mese potete essere molto soddisfatti. Il dimagrimento può essere favorito, non da ultimo, dall'assunzione di pasti regolari e dall'abitudine a fare attenzione a ciò che si porta in tavola nonché a mangiare lentamente, senza lasciarsi distrarre da TV e giornali e, possibilmente, in compagnia. Prefiggetevi dei traguardi raggiungibili.

Alla base di un aumento del peso corporeo vi è un bilancio energetico positivo. Laddove le calorie assunte siano più di quelle bruciate si ha una situazione di sovrappeso. Per poter dimagrire occorre ristabilire il giusto equilibrio. Le soluzioni utili in tal senso sono due e i risultati migliori si ottengono combinandole.

Soluzione 1: assumere meno calorie
Cercate di mangiare cibi meno calorici. Anziché bevande zuccherate bevete acqua o tè senza zucchero. Di tanto in tanto potrete anche fare un'eccezione e concedervi una bevanda light. Consumate molta verdura e mangiate carne e latticini poveri di grassi. Usate pochi grassi accertandovi che siano di buona qualità. Queste sostanze forniscono all'organismo acidi grassi importantissimi e sono indispensabili per l'assorbimento delle vitamine A, D, E e K.
Limitate il consumo di dolciumi e snack salati a una piccola porzione giornaliera. Essendo molto calorico, anche l'alcol va consumato con moderazione e solo in casi eccezionali.
Quanto sinora illustrato non significa tuttavia che si debba rinunciare del tutto al menu preferito o a un pezzetto di cioccolato di tanto in tanto. Anche nell'alimentazione di chi intende dimagrire, infatti, devono poter trovare spazio tutti i cibi. In generale, non si tratta di bandire singoli alimenti o pietanze, ma di rivedere la frequenza dei pasti e la quantità di cibo consumata.
Un utile orientamento è fornito a tal proposito dalla piramide alimentare svizzera e dai principi del pasto ottimale.

Soluzione 2: consumare più calorie
Fate regolarmente del moto. Salite e scendete le scale, andate al supermercato a piedi o fate regolarmente una passeggiata serale. Anche l'allenamento di forza e quello di resistenza aiutano a perdere peso. Possono inoltre contrastare lo stress e incidere positivamente sullo stato d'animo.

Conseguenze del sovrappeso

Il sovrappeso può determinare ad es. l'insorgere di disturbi cardiocircolatori o del diabete mellito di tipo 2. Le persone in sovrappeso sono inoltre più soggette ad alcune forme di tumore. Il sovrappeso può infine provocare danni alle articolazioni, le quali sono sottoposte a sollecitazioni più intense del normale


Diete e divieti

Laddove si voglia dimagrire non è consigliabile ricorrere a diete. Queste, infatti, comportano delle restrizioni non osservabili nel lungo termine e non sono comunque utili a modificare in maniera duratura lo stile di vita. La dieta riduce il peso soltanto temporaneamente. Il ritorno alle vecchie abitudini e il manifestarsi dell'«effetto yo-yo» sono solo questione di tempo.

Un dimagrimento duraturo non si basa su rinunce e divieti. Qualora vi venga prospettato un calo di peso di oltre un chilo la settimana, il ventaglio dei cibi ammessi sia limitato oppure non sia previsto alcun cambiamento delle vecchie abitudini, sarà bene essere molto cauti: i punti elencati sono tipici delle diete poco serie.

Se desiderate avvalervi di una consulenza individuale consultate i link di approfondimento. Vi troverete i nominativi di alcune dietiste diplomate SSS/SUP operanti nella vostra zona. I costi della consulenza vengono sostenuti dalla cassa malati laddove sia dato un determinato livello di body mass index (superiore a 30) e in presenza di alcune malattie riconducibili all'alimentazione.

Un valido aiuto è offerto inoltre dai prodotti Q&P a basso contenuto di calorie, grassi e zucchero come pure dagli approfondimenti che trovate di seguito.



A indicarvi quali sostanze nutritive contiene una porzione ci pensa il profilo alimentare Coop.


Le marche proprie e i marchi di qualità Coop per un'alimentazione gustosa e sana


Tutte le informazioni e i consigli contenuti su questa pagina sono stati redatti da specialisti ed hanno carattere puramente informativo, quindi non comportano nessun vincolo giuridico. Nel caso in cui scegliate di applicare i consigli e qualsiasi altra informazione, decliniamo interamente ogni responsabilità soprattutto per quanto riguarda i danni conseguenti. La visione della presente pagina Web non comporta nessun obbligo di stipulare un contratto.