Fibre alimentari

Le fibre alimentari si trovano soltanto negli alimenti di origine vegetale. Sono per lo più carboidrati non digeribili e, come tali, o vengono interamente espulse con le feci o vengono decomposte dai batteri all'interno dell'intestino crasso. Pur non fornendo al corpo energia, le fibre esplicano vari effetti positivi sul nostro organismo.


Fonti e funzioni

Le fibre alimentari possono essere suddivise in due sottogruppi: quello delle fibre solubili e quello delle fibre insolubili. Queste due categorie di fibre si differenziano sia sul piano della diffusione che su quello delle funzioni.

Le fibre solubili si trovano prevalentemente nei frutti (ad es. legumi, patate, carote, mele e avena) e nella loro buccia. A contatto con l’acqua formano una specie di gel, per poi essere completamente decomposte dai batteri nell’intestino crasso. Hanno un effetto positivo sul livello di colesterolo, inducono un senso di sazietà più durevole e «contrastano» la diarrea.

Le fibre non solubili sono presenti ad es. nei prodotti integrali, nei cavoli e nelle noci. A contatto con l'acqua si espandono molto e per questo nell’intestino crasso vengono decomposte solo in misura trascurabile per poi essere quasi interamente espulse con le feci. Grazie a queste caratteristiche aumenta il volume delle feci e con un apporto sufficiente di liquidi si combatte la stitichezza

Confronto tra fibre
(una porzione è pari a 100 g di prodotto)
Più fibre Meno fibre
Mela con buccia:
2.2 g
Succo di mela:
0 g
Panino integrale:
7.4 g
Panino:
3.4 g
Gipfel integrale:
3.2 g
Gipfel:
2 g
Patate lesse con buccia:
2.5 g
Purè di patate:
0.8 g
Pasta integrale cotta:
5.4 g
Pasta cotta:
2.4 g
Albicocche secche:
11.3 g
Albicocche fresche con buccia:
2 g
Riso integrale crudo:
3 g
Riso bianco crudo:
1.4 g
Farina integrale di farro:
8.4 g
Farina bianca:
4 g
Ceci:
15.5 g
Piselli verdi:
4.3 g

Fabbisogno giornaliero

La quantità giornaliera consigliata di fibre è di 30 g, senza una distinzione specifica tra fibre solubili e insolubili.

Si può coprire il fabbisogno giornaliero con cinque porzioni di frutta e verdura e almeno due contorni amidacei di tipo integrale. Un ulteriore apporto di fibre è garantito ad es. dall'aggiunta – ad es. all'insalata – di noci, semi e germogli. È inoltre consigliabile consumare almeno parte della quotidiana quantità di frutta e verdura allo stato crudo.

Il maggior consumo di fibre alimentari deve andare di pari passo con un aumento del consumo di acqua. A tal proposito è bene assumere giornalmente almeno 1-2 l d'acqua. In caso contrario le fibre alimentari non esplicheranno i loro effetti positivi e potranno insorgere problemi di stitichezza.

Come coprire il fabbisogno giornaliero di fibre?
Alimenti Contenuto di fibre
Albicocche secche, 3-4 pz. 7 g
1 mela 1.1 g
Pane bigio, 50 g 2.3 g
Lattuga, 40 g 0.5 g
Insalata di carote, 150 g 5.5 g
1 porzione di broccoli 3.6 g
1 porzione di pasta integrale 11.3 g
Totale: 31.3 g

«5 al giorno»

L'ideale ai fini di un'alimentazione equilibrata è assumere cinque porzioni di frutta e verdura al giorno (possibilmente tre di verdura e due di frutta). Unica tra le imprese svizzere di distribuzione al dettaglio, Coop appone sui suoi prodotti il logo «5 al giorno».



Oltre 13.000 prodotti agli stessi prezzi praticati in negozio. Effettuate un ordine online e riceverete la merce direttamente a casa vostra.


Le marche proprie e i marchi di qualità Coop per un'alimentazione gustosa e sana


Tutte le informazioni e i consigli contenuti su questa pagina sono stati redatti da specialisti ed hanno carattere puramente informativo, quindi non comportano nessun vincolo giuridico. Nel caso in cui scegliate di applicare i consigli e qualsiasi altra informazione, decliniamo interamente ogni responsabilità soprattutto per quanto riguarda i danni conseguenti. La visione della presente pagina Web non comporta nessun obbligo di stipulare un contratto.