Conferenze stampa attuale

Conferenza stampa sul bilancio Coop 2015

Il fatturato complessivo del Gruppo Coop nel 2015 ammonta a 26,9 miliardi di CHF ed equivale a una crescita reale, al netto degli effetti valutari, dell’1,4%. A causa del ribasso del tasso di cambio nelle attività con l’estero e alle forti riduzioni dei prezzi nel commercio al dettaglio, il fatturato del gruppo ha subito un calo nominale del 4,4%. L’utile netto del Gruppo Coop ammonta a 416 milioni di CHF e comprende un contributo straordinario del datore di lavoro pari a 60 milioni di CHF alla Cassa pensione Coop. La buona situazione economica nel settore Commercio all’ingrosso/ Produzione ha avuto un impatto positivo sul risultato. Transgourmet ha generato un utile in tutti i paesi in cui opera ed è riuscita a consolidare la propria posizione di numero 2 nel mercato all’ingrosso europeo. Vanno inoltre sottolineate la forte crescita del 13,7% nel settore degli shop online del commercio al dettaglio e l’aumento del 2,4% dei clienti nei supermercati. Nel 2015 il Gruppo Coop ha effettuato investimenti pari a 1,5 miliardi di CHF, di cui 1,2 miliardi di CHF in Svizzera. A fine anno il Gruppo Coop impiegava 79.953 collaboratori (+2.866), di cui 54.004 (+771) in Svizzera.

Conferenza stampa sul bilancio Coop 2014

Anche nel 2014 il Gruppo Coop ha registrato un andamento positivo. A fine 2014, il fatturato complessivo ammontava a 28,2 miliardi di franchi. Si tratta di un incremento dell’1,4% al netto degli effetti valutari. L’utile annuo è cresciuto dell’1,7%, arrivando a 470 milioni di franchi. Coop è di nuovo riuscita ad affermarsi in un mercato molto difficile. Le marche proprie sostenibili e i label di qualità continuano a crescere, viaggiando su alti livelli: anche nel 2014 hanno ottenuto fatturati record. Per la prima volta, il Gruppo Coop ha sfondato il muro del miliardo di franchi con il commercio online realizzando un fatturato di oltre 1,1 miliardi di franchi.

Conferenza stampa sul bilancio Coop 2013

Nel 2013, il Gruppo Coop ha registrato un buon andamento aumentando il ricavo netto dello 0,9% a quasi 27,0 miliardi di franchi. L’utile netto annuo ammonta a 462 milioni di franchi, ovvero 10 milioni in più rispetto all’anno precedente. Il contesto generale rimane difficile in virtù dell’elevato rincaro negativo in singoli asssortimenti nonché degli acquisti all’estero. Un andamento particolarmente soddisfacente è stato registrato dalle marche proprie sostenibili e dai label di qualità sostenibili, che hanno fatto registrare un fatturato di oltre 2,2 miliardi di franchi, con una crescita del 5,3%.

Conferenza stampa sul bilancio Coop 2012

Nel 2012, il Gruppo Coop ha registrato un buon andamento aumentando il fatturato complessivo dell’1,5% in termini reali a 27,8 miliardi di franchi. L’esercizio 2012 è stato caratterizzato dal persistente rincaro negativo, dalla forza del franco e dalla forte concorrenza in Svizzera e all’estero. L’utile annuo ammonta a 452 milioni di franchi, con un aumento pari a 20 milioni di franchi o al 4,6% rispetto all’anno precedente.

Studio Coop Délicorn: già il 40% degli svizzeri è flexitariano

Giornata mondiale del vegetarismo: 1° ottobre 2012 Come dimostra un recente studio a cura di Coop Délicorn, in Svizzera l'alimentazione vegetariana è "in". Benché i vegetariani siano soltanto il 2% della popolazione, si registra infatti un elevato numero di flexitariani, ossia persone che in determinati giorni si astengono di proposito dal consumare carne. Dalla ricerca emerge anche che oggi si comincia sempre più presto a nutrirsi secondo i principi del vegetarismo. Data la crescente richiesta di prodotti vegetariani, Coop intende ampliare – in collaborazione con Haus Hiltl, il primo ristorante vegetariano al mondo – la gamma di prodotti della marca propria Délicorn.

Coop e Betty Bossi, 10 anni di collaborazione e tanta voglia di innovazione

Da pionieri a leader del mercato svizzero del «fresh convenience» Sono passati più di 50 anni da quando una fatidica domanda assillava quotidianamente l'esistenza di ogni casalinga: «Che cucino oggi?». In virtù delle competenze acquisite, Betty Bossi ha sempre saputo fornire una risposta a tutte le esigenze in fatto di cucina. I tempi sono cambiati. Oggi il problema non è più solo «cosa» mangiare, ma trovare anche qualcosa di fresco la cui preparazione non ci recluda (troppe) ore davanti ai fornelli. Fu questa riflessione che, 10 anni fa, spinse Coop e Betty Bossi a unire le loro forze e avviare una partnership. Dal 2002, grazie a un assortimento di oltre 600 prodotti «convenience» freschi a marchio Coop Betty Bossi, i due partner hanno risposto in maniera convincente a questa esigenza del consumatore.

Conferenza stampa sul bilancio Coop 2011

Nonostante il difficile contesto econonmico, Coop ha saputo affermarsi. L’esercizio 2011 è stato caratterizzato dal rilevamento al 100% di Transgourmet, che per la prima volta è pienamente consolidata nel conto economico. Nel 2011 il Gruppo Coop ha fatto un buon lavoro e raggiunto un buon risultato. Il ricavo netto da forniture e servizi ammonta a fine 2011 a 26,6 miliardi di franchi, con un aumento di 7,7 miliardi rispetto all’anno precedente. Il margine si è ridotto a seguito dei ribassi di prezzo. L’utile annuo si aggira sui 432 milioni di franchi.

«Mobile Shopping» al passo coi tempi

coop@home presenta ancora una volta una novità esclusiva nel settore dello shopping online. Da oggi, nell'ambito di un progetto pilota che riguarda il punto vendita Coop Bahnhofsbrücke di Zurigo, i clienti possono scegliere di farsi spedire la propria spesa fin sotto casa. Grazie a questa esclusiva novità, coop@home si rivela ancora una volta un servizio al passo coi tempi, che risponde in tutto e per tutto alle esigenze delle nuove generazioni.

Conferenza stampa sul bilancio Coop 2010

Il 2010 è stato un anno eccellente per il Gruppo Coop, il cui utile annuo è aumentato di 40 milioni di franchi portandosi a 470 milioni di franchi. L’azienda ha così potuto ampliare ulteriormente la sua base solida preparandosi per le sfide future. Nonostante sensibili ribassi di prezzo e un calo della fiducia dei consumatori nel secondo semestre, il ricavo netto del Gruppo Coop è aumentato di 305 milioni di franchi, pari all’1,6%, a 19,0 miliardi di franchi. L’anno trascorso è stato caratterizzato da decisioni strategiche per Coop, atte ad ampliare anche in futuro le solide basi aziendali. Indipendentemente da ciò, Coop ha registrato nel 2010 un’ulteriore crescita nel core business, aumentato le frequenze e incrementato ulteriormente la propria produttività.

Coop rileva il 100% del gruppo transGourmet

Coop potenzia sia in Svizzera sia all'estero il proprio impegno nel settore della grande distribuzione all'ingrosso per gastronomia e commercio, puntando così su due campi d'attività strategici: il commercio al dettaglio e quello all'ingrosso. La cooperativa Coop rileva il 100% del Gruppo transGourmet. La transGourmet Holding AG impiega attualmente più di 21.000 dipendenti che saranno i benvenuti nel Gruppo Coop. Con un fatturato di 5,8 miliardi di euro / 8 miliardi di CHF nel 2009, l'azienda è la numero due in Europa nei settori Cash & Carry e Foodservice. Le catene del gruppo transGourmet dopo l'acquisizione sono HOWEG, Prodega/Growa CC, TransGourmet France, FEGRO/SELGROS e REWE-Foodservice che operano in Svizzera, Francia, Germania, Polonia, Romania e Russia. Il Gruppo Coop e la REWE-Group proseguiranno la loro diversificata partnership negli altri settori di cooperazione.

La Strategia Logistica e Panetterie 2015+ del Gruppo Coop

Coop investe nella piazza economica svizzera e nell’ambiente Con la nuova Strategia Logistica e Panetterie 2015+, Coop si riorienta sul lungo termine, operando ingenti investimenti nella piazza economica svizzera. Lo scopo è di ottimizzare ulteriormente i costi, di migliorare costantemente i prodotti da forno Coop nonché di raggiungere la visione Coop di essere «CO2 neutrale» entro il 2023. Le misure dovrebbero essere realizzate entro e non oltre il 2016. La nuova strategia permette un risparmio annuo di circa 60 milioni di franchi, e verrà pienamente realizzato il potenziale del trasporto combinato non accompagnato (TCNA). Oltre a contribuire al decongestionamento delle strade, si eviteranno emissioni di CO2 pari a 4800 tonnellate annue.


Condividi:
Share Share Share Share