La popolazione svizzera si vuole nutrire in modo più sano

La popolazione svizzera è ben informata sui principi di un’alimentazione sana. Questo è quanto emerso dai risultati del nuovo studio Coop «Alimentazione sana: atteggiamenti, nozioni e abitudini». Ciò non toglie che gran parte della popolazione desideri migliorare le proprie abitudini alimentari. Nato nell’ambito dell’iniziativa Coop «Trend alimentari in primo piano», questo primo studio analizza i comportamenti e la consapevolezza della popolazione svizzera in merito al tema della nutrizione. A livello scientifico, l’iniziativa è seguita dalla Società Svizzera di Nutrizione (SSN).

Buono, sano e di eccellente qualità sono state le risposte più frequenti date dagli intervistati quando, nell’ambito dello studio Coop, è stato loro chiesto di indicare l’elemento più importante nel cibo. La popolazione svizzera associa il concetto di alimentazione sana ad una dieta varia e bilanciata, ricca di frutta e verdura e povera di grassi. I risultati dimostrano che i principi base di un’alimentazione sana sono ampiamente noti alla popolazione. L’81% dei partecipanti si interessa anche al tema dell’alimentazione e, circa la metà, si informa regolarmente su temi legati all’alimentazione.

Discrepanza tra percezione e comportamento effettivo
I risultati del recente studio Coop hanno anche messo però anche in evidenza una discrepanza tra l’effettivo comportamento della popolazione e la percezione che essa ha delle proprie abitudini alimentari. Il 77% degli intervistati ha dichiarato di nutrirsi in maniera «piuttosto sana» o «sana». Questa ottimistica valutazione sembra però non riflettere appieno la realtà dei fatti ed è smentita anche dall’opinione degli esperti secondo la quale la maggioranza della popolazione svizzera segue una dieta troppo ricca di calorie, di grassi, di sale e di zuccheri. Anche il consumo di fibre è nettamente inferiore alle dosi prescritte dalle raccomandazioni . Due terzi delle persone intervistate hanno anche dichiarato di volersi nutrire in futuro in maniera più sana.

Un’altra conclusione alla quale è giunto lo studio Coop rileva come le raccomandazioni nutrizionali ufficiali redatte dalla Società Svizzera di Nutrizione siano note soprattutto alla popolazione svizzera più giovane. L’85% dei giovani sotto i 30 anni conosce la piramide alimentare. Questo ci induce a pensare che l’educazione alimentare introdotta nelle scuole e l’attività di divulgazione generica in materia di nutrizione abbiano dato i loro frutti.

Studio nell’ambito dell’iniziativa Coop «Trend alimentari in primo piano»

«Trend alimentari in primo piano» è un’iniziativa Coop realizzata con il supporto scientifico della Società Svizzera di Nutrizione. Il sondaggio rappresentativo sulle abitudini alimentari e sulla consapevolezza in fatto di nutrizione della popolazione svizzera viene condotto e pubblicato con cadenza trimestrale. "Vogliamo fotografare con metodi moderni e attuali gli interessi della popolazione per le tematiche alimentari e informare i consumatori sugli ultimi aggiornamenti in materia di nutrizione", spiega Kathrin Rapp Schürmann, Responsabile Servizio specializzato in Dietetica da Coop. "I risultati dello studio «Trend alimentari in primo piano» fungono da ottima base di partenza per i più diversi soggetti per la promozione di un’alimentazione bilanciata."

Impegno su vasta scala di Coop per un’alimentazione bilanciata
In qualità di seconda grande impresa al dettaglio della Svizzera, Coop si assume una responsabilità sociale e si impegna per promuovere un’alimentazione varia e bilanciata tra la popolazione svizzera. Coop è attenta alle esigenze dei consumatori, offrendo loro una vasta selezione di prodotti per le più diverse esigenze alimentari e corredandola con un’ampia offerta informativa. Con il lancio di questa serie di studi, Coop intende sottolineare la propria competenza in materia di nutrizione.

Consulenza scientifico dalla Società Svizzera di Nutrizione SSN
Quale centro nazionale più importante specializzato in tematiche riguardanti la nutrizione, la SSN affianca a livello tecnico il progetto «Trend alimentari in primo piano» assicurandosi che esso sia in linea con gli standard nutrizionali più moderni. Capire le abitudini alimentari della popolazione svizzera e le loro nozioni in fatto di nutrizione ci aiuta ad elaborare informazioni su misura e raccomandazioni nutrizionali. "Il progetto 'Trend alimentari in primo piano' apporta a tutto ciò un importante contributo, ed è per questo che lo sosteniamo", dichiara Pascale Mühlemann, direttore della SSN.

I risultati complessivi dello studio sono pubblicati al sito www.coop.ch/trendalimetari e alla pagina www.sge-ssn.ch.


Persone di riferimento Coop
Denise Stadler, responsabile Ufficio Stampa
Tel. +41 61 336 71 10

I contatti con il Servizio specializzato in dietetica Coop sono coordinati dall’ufficio stampa.

Persone di contatto della Società Svizzera di Nutrizione SSN
Marion Wäfler, dietista dipl. SUP, servizio stampa
Tel. +41 31 385 00 06

Viviane Bühr, specialista dell’alimentazione (MSc), relazioni con i media
Tel. +41 31 385 00 13

Downloads

Comunicato stampa



Condividi:
Share Share Share Share