Media
11.07.2012

Coop punta sul pollame svizzero

Standard svizzeri anche per i produttori esteri La carne di pollame è molto apprezzata, e l’offerta di carne di pollo svizzera non è sufficiente a soddisfare la crescente domanda. Con una quota svizzera di circa l’80%, Coop detiene già oggi il primato nel commercio al dettaglio svizzero per quanto riguarda l’offerta di pollame svizzero nonché di pollame proveniente da programmi a tutela degli animali quali Naturaplan e Naturafarm. Insieme ai suoi fornitori svizzeri, Coop sta ulteriormente ampliando le popolazioni di pollame svizzere. Parallelamente, tutti i fornitori esteri dovranno raggiungere gli standard svizzeri in materia di benessere degli animali. Coop punta in questo contesto sul sostegno da parte della Protezione svizzera degli animali.

Coop punta in maniera decisa su carne svizzera. Per quanto riguarda il pollame, tuttavia, non vi sono sufficienti quantità sul mercato per soddisfare pienamente la domanda. Coop sta quindi ampliando ulteriormente, insieme ai fornitori svizzeri, le popolazioni di pollame indigene. La quota di carne di pollame proveniente dalla Svizzera, pari all’80% circa, è già oggi molto elevata, e Coop detiene la posizione di leader.

Benessere degli animali e bio al centro
Nell’ambito del suo impegno globale a favore della sostenibilità, Coop dà grandissimo rilievo al benessere degli animali puntando sui propri programmi label rispettosi degli animali Naturaplan bio e Naturafarm con provenienza svizzera al 100%. Entrambi i label vanno ben oltre le norme minime prescritte dalla legge. Perfino la carne di pollame convenzionale soddisfa lo standard dell’SSRA (sistemi di stabulazione particolarmente rispettosi degli animali), che va oltre le prescrizioni di legge.

Nell’ambito dei programmi label, da molti anni Coop lavora a stretto contatto con la Protezione svizzera degli animali. I controlli indipendenti e senza preavviso della PSA assicurano l’osservanza delle rigide direttive per un allevamento rispettoso della specie e del benessere degli animali in tutte le fasi della produzione nelle aziende Naturafarm e Naturaplan che producono carne.

Requisiti più rigidi per i produttori esteri
Per il pollame d’importazione, Coop tiene oggi conto solo dei fornitori che osservano la legislazione UE, risp. la legislazione del rispettivo paese di produzione. I relativi controlli spettano da un lato alle autorità statali, mentre dall’altro Coop svolge controlli propri insieme alla Bell AG sotto forma di audit presso i fornitori, durante i quali vengono esaminati non solo la stabulazione, l’alimentazione e la densità di allevamento, ma anche le operazioni di carico e di trasporto. In futuro, questi controlli verranno svolti da un’organizzazione partner indipendente.

Già oggi viene data la preferenza ai produttori che vanno oltre il semplice rispetto della relativa legislazione. Da parecchio tempo, per esempio, Coop sta ampliando insieme ai fornitori francesi la produzione di carne da tacchini allevati all’aperto. L’obiettivo di Coop è quello di portare tutti i fornitori agli standard svizzeri puntando sul sostegno da parte della Protezione svizzera degli animali.

Persone di riferimento

Susanne Sugimoto-Erdös, responsabile Comunicazione
Tel. +41 61 336 71 96

Urs Meier, portavoce
Tel. +41 61 336 71 39

Denise Stadler, portavoce
Tel. +41 61 336 71 10

Sabine Vulic, portavoce
Tel. +41 61 336 71 92


Condividi:

Service Links: