Close
Homepage Coop
${breadcrumpActive.label}
 

Sostenibilità

Sostenibilità

Giardinaggio senza torba!

In Svizzera le paludi e le zone palustri sono protette dagli anni '80 del secolo scorso. Non possono essere distrutte, costruite o sfruttate per l'estrazione della torba. Tuttavia, la Svizzera importa annualmente circa 150'000 tonnellate di torba proveniente, principalmente, dal Baltico e da altri paesi dell'Europa orientale. La torba si trova per lo più nei terricci per giardino. Coop ha quindi preso la decisione di rinunciare completamente alla torba per i terricci di marca propria a partire dal 2013. Parallelamente ridurrà anche la percentuale di torba dei prodotti di marca.

Le paludi sono preziose

Sono un importante ecosistema per diverse specie animali e vegetali, un gigantesco catalizzatore di anidride carbonica che, se distrutto, libererà tonnellate di CO2 nell'atmosfera e, per di più, sono una protezione naturale dalle alluvioni. Le paludi, per il loro ambiente umido e acido a carattere conservativo, hanno anche un grande valore culturale e storico. Pollini, semi, piante, animali e addirittura metalli pesanti possono essere conservati nella torba e così essere archiviati per migliaia di anni. Una palude ci svela in questo modo preziose risposte sullo sviluppo storico del clima, della vegetazione e della popolazione di una regione.

Utilizzo in giardino

In giardino la torba è molto apprezzata in particolare per la proprietà di trattenere l'acqua e per la permeabilità all'aria, caratteristiche che contraddistinguono una materia prima per substrato molto affidabile a un prezzo vantaggioso. Per il giardino di casa esistono, tuttavia, prodotti sostitutivi della torba altrettanto validi sia per qualità che prezzo. Chi desidera contribuire in prima persona alla protezione delle paludi, dell'ambiente e del clima, sceglie per le piante in giardino e sul balcone terricci senza torba. Coop Oecoplan, per esempio, propone questi terricci, che non contengono additivi chimico-sintetici nè organismi geneticamente modificati, con il contrassegno dei coadiuvanti Bio Suisse.

Strategia sulla torba Coop

Coop si è prefissata l'obiettivo di ridurre la percentuale di torba in tutti i terricci per giardino di marca propria e a partire dal 2013 di rinunciare completamente alla torba. In questo modo, la percentuale di torba si ridurrà di circa il 14%. Inoltre, Coop ridurrà unitamente ai suoi partner commerciali la percentuale di torba anche nei prodotti di marca. Entro il 2016 la percentuale di torba dovrebbe essere così ridotta al massimo a un 5% (soprattutto resterebbero in assortimento prodotti specifici di cui non esistono ancora alternative). Questo passaggio avverrà senza perdita di qualità o aumenti di prezzo.

All’assortimento

Pro Natura

«La rinuncia di Coop alla torba nei propri terricci è un forte messaggio a favore di una Svizzera senza torba. Ma è anche un chiaro segnale ad altri esponenti della grande distribuzione e ai produttori di terricci per giardini. La visione di giardini svizzeri senza torba, propugnata da Pro Natura, deve diventare realtà. In questo modo si potranno salvaguardare le affascinanti aree palustri ad alto valore ecologico non solo in Svizzera, ma anche all’estero».

Beat Hauenstein, coordinatore di campagne Pro Natura
WWF

«La paludi sono habitat particolarmente preziosi per specie animali e vegetali rare. Inoltre possono immagazzinare elevati volumi di CO2, costituendo quindi un valido apporto alla tutela del clima. Per questo apprezziamo che Coop rinunci in futuro alla torba nei propri terricci».

Walter Wagner, responsabile Biodiversità, WWF
Les Ponts de Martel (NE). Foto: Philipp Zinniker
Coop Oecoplan terriccio senza torba

Pro Natura

Pro Natura si impegna affinchè la protezione delle paludi diventi una realtà.




Condividi:

Service Links: