Sostanze minerali e oligoelementi

Sostanze minerali Per che cosa Per chi Fonti
Potassio • Per il cuore (attività muscolare cardiaca!), i muscoli, i nervi e la concentrazione. • Per il metabolismo, il ricavo di energia e il bilancio idrico (antiedemigeno). Per il mantenimento della pressione osmotica nelle cellule e per l’attivazione degli enzimi. Le persone che assumono o devono assumere per molto tempo medicamenti antiedemigeni, cortisone o lassativi, dovrebbero far controllare i livelli di potassio nel sangue. Soprattutto frutta, verdura e cereali. Insalata, frutti (bacche, meloni), funghi, prezzemolo, pane integrale, carne, pesce, uova, derivati del latte. In inverno: frutta secca non solforata (albicocche, fichi), banane, kiwi, spinaci, cavoli, broccoli, piselli, funghi secchi, patate.
Calcio • Per la formazione di ossa e denti. Stabilizza tutte le cellule dell’organismo. • Per la trasmissione degli impulsi muscolari e nervosi. • Per la coagulazione, la regolazione del battito cardiaco e il sonno. Le manifestazioni di carenza compaiono soprattutto negli adolescenti e negli anziani. Alla fine della pubertà, l’organismo ha formato il 90% della sua massa ossea. A partire dal 40° anno d’età, e soprattutto nelle donne dopo la menopausa, la densità ossea si riduce (rischio di osteoporosi). Siero di latte in polvere (p. es. Molkosan®), formaggi (meglio quelli a pasta dura e quelli meno grassi), latte di pecora, di capra, di mucca e di giumenta, yogurt, kefir, quark, acqua minerale e acqua potabile. Spinaci, broccoli e cavolo riccio.
Cloro* Assieme al sodio, il cloro è responsabile dell’origine e della trasmissione degli impulsi nervosi, della distribuzione dei liquidi corporei e della giusta pressione vigente al di fuori delle cellule. Chi usa il sale non deve temere alcuna carenza di cloro. L’apporto principale deriva dall’uso del sale da cucina e dagli alimenti salati nel corso della produzione industriale.
Sodio • Per mantenere la pressione osmotica all’interno e all’esterno delle cellule dell’organismo. • Per la regolazione dell’equilibrio idrico e acido-base. • Per l’eccitabilità e la contrazione muscolare e nervosa. Una carenza è estremamente rara. Carne, pesce, latticini e prodotti da forno sono ricchi di sodio a causa del loro contenuto in sale.
Magnesio • Per le prestazioni e la resistenza fisica nel lavoro e nello sport. • Per le persone sottoposte a stress, per ridurre l’irritabilità e l’aggressività. • Per la formazione e la conservazione del sistema scheletrico, delle cellule e dei denti, per il controllo delle funzioni muscolari e nervose. • Inibisce la coagulazione, riduce i grassi nel sangue. Le donne in gravidanza e soprattutto in allattamento e gli anziani, eventualmente i cardiopatici, hanno un fabbisogno aumentato. Le persone con diabete, carenza di vitamina B6, ipertensione arteriosa, crampi muscolari notturni o frequente consumo di alcool dovrebbero tenere sotto controllo i livelli di magnesio nel sangue. Cereali integrali, verdure crude, latte di soia, cioccolato, riso integrale, fiocchi d’avena, latte, acqua minerale. In inverno: semi di girasole e di zucca, semi di sesamo, di papavero e di lino, germe di grano, legumi, noci, banane, amaranto, cacao, patate.
Fosforo • Sostanza costitutiva di ossa e denti. • Per il metabolismo, per la formazione delle membrane cellulari, per la regolazione dell’equilibrio acido-base. • Per la trasmissione dell’energia nel metabolismo energetico e per il mantenimento dell’attività dei nervi e del cervello.   Latte e derivati (formaggi a pasta dura), carne, salsicce, pesce, cereali, piatti pronti. La carenza di fosforo è rarissima.
Zolfo* • Per i capelli, le unghie e il tessuto connettivo. Durante lo sviluppo, il fabbisogno di zolfo è particolarmente elevato. Una carenza è molto rara. Nelle proteine vegetali e animali.
Ferro • Per i globuli rossi, il trasporto e l’immagazzinamento dell’ossigeno nel sangue. Componente di molti enzimi. • Per la concentrazione e le prestazioni fi siche. Soprattutto i bambini, gli adolescenti, i vegetariani, i vegani e le donne con mestruazioni abbondanti dovrebbero fare in modo che l’apporto sia suffi ciente. Nelle donne in gravidanza e in allattamento si raccomanda un apporto più elevato. Il sanguinaccio, il fegato e la carne scura contengono molto ferro. Anche i vegetali contengono ferro, che però è più diffi cilmente utilizzabile: p. es. crusca, prodotti integrali, piselli, fi nocchi ed erbe. In inverno: spinaci, lenticchie, scorzonera, cavolo, carote. Semi di zucca, semi di lino, mandorle, noci, nocciole e arachidi.
Iodio* • Per lo sviluppo fi sico e mentale e per le prestazioni fi siche. • Per l’equilibrio mentale e per la regolazione della temperatura corporea. Carburante per gli ormoni tiroidei, che controllano tra l’altro la formazione ossea, lo sviluppo del cervello, la crescita e il metabolismo. La carenza di iodio provoca un aumento di volume della tiroide (gozzo). I giovani, i vegani e le persone che non amano il pesce, le donne in gravidanza o che desiderano la gravidanza e le donne in allattamento devono fare in modo che l’apporto sia ottimale. Pesce di mare (merluzzo, eglefi no, anche i bastoncini di pesce), cozze, alghe, carne, latte, formaggio Edam, uova, pane di segale, farina d’avena.
Selenio Il selenio componente di alcuni enzimi, antiossidante contro i radicali liberi. Non è ancora appurato suffi cientemente se un maggiore apporto di selenio abbia un effetto preventivo contro cancro, infarto, morbo di Alzheimer e malattie immunitarie.   Pesce, carne, interiora (es. fegato, rene), uova. Il contenuto di selenio di frutta e verdura dipende dalla qualità del terreno. Sono notoriamente ricchi di selenio le lenticchie, gli asparagi, l’aglio, i funghi, il sesamo, le noci di cocco e le noci.
Zinco Lo zinco ha un ruolo importante nel metabolismo, nella formazione del materiale genetico e di diversi ormoni e nella crescita cellulare. • Per la pelle, i capelli, le unghie, la potenza sessuale, la concentrazione e le prestazioni fisiche. La carenza di zinco non è rara. Gli adolescenti in fase di crescita, le donne in gravidanza, gli sportivi, gli anziani, i vegetariani, i consumatori di alcool, le persone con diabete o malattie intestinali hanno bisogno di molto zinco. La carne rossa, il pesce, i frutti di mare, i cereali, i legumi e alcuni formaggi

* Questi minerali non vengono esaminati con l’analisi minerale del capello.


Condividi:
Share Share Share Share