Keine Kamera verfügbar. Bitte Zugriff auf Kamera erlauben und Applikation neu starten.

L'alimentazione sana nell'infanzia: a cosa fare attenzione

I bambini devono crescere. Un'alimentazione equilibrata fornisce loro tutti i nutrienti di cui hanno bisogno per lo sviluppo psichico e fisico. Leggi questo contributo e scopri tutto quello che c'è da sapere sull'alimentazione dei bambini.

Una dieta varia

Porta in tavola un menu il più vario possibile: ogni alimento è caratterizzato da un profilo nutrizionale specifico. In questo modo potrai fornire al tuo bambino tutte le vitamine e i sali minerali necessari. Anche il tipo di preparazione può influire sull'apporto di nutrienti e sulla loro assimilazione da parte dell'organismo. Ricorri a tecniche diverse: prepara piatti crudi, arrosto, a vapore, gratinati e non solo.

Coinvolgi tutti i sensi

Le patate possono essere consumate intere o sotto forma di purè.
I bambini mangiano e bevono utilizzando tutti i sensi. Variando colori, forme, sapori, odori e consistenze diverse puoi stuzzicare la loro curiosità. Prova a portare in tavola frutta e verdura di diversi colori. Anche le varie preparazioni possono rendere più invitanti determinati alimenti. Le patate, per esempio, possono avere una consistenza morbida (sotto forma di purè) o croccante (cotte al forno).

Porta in tavola frutta e verdura ogni giorno

Un bambino prende delle cimette di broccolo e cavolfiore.
Frutta e verdura sono componenti importanti di un'alimentazione sana per i bambini. Proponile tutti i giorni preferendo prodotti regionali e stagionali di diversi colori. La quantità ideale corrisponde a 5 porzioni al giorno.

Rispetta orari regolari per i pasti

Per i bambini sono importanti le strutture fisse e le procedure ripetitive. Programma i pasti a orari regolari. In questo modo eviterai gli attacchi di fame tra un pasto e l'altro e aiuterai il tuo bambino a concentrarsi e svolgere le sue attività.

Non dimenticare di bere

Una caraffa d'acqua, essenziale per la corretta alimentazione dei bambini
I bambini dovrebbero bere dai quattro ai cinque bicchieri d'acqua al giorno. L'acqua è priva di zuccheri e non contiene calorie né acidi dannosi per i denti. Utilizza un po' di menta fresca, fette di arancia e di limone o bacche per aromatizzarla e renderla più invitante. Anche gli infusi di frutta e di erbe non zuccherati sono una buona soluzione per placare la sete. E in estate basta aggiungere qualche cubetto di ghiaccio e uno spicchio di limone per ottenere un delizioso tè freddo.

Consigli in caso di problemi a tavola

La prossima volta che ti chiederai perché il tuo bambino si rifiuta di mangiare, ricorda: tutti i genitori hanno a che fare con problemi e capricci a tavola. Scopri con noi come affrontare al meglio queste situazioni e quali sono le cose a cui fare attenzione.
Il bambino non vuole mangiare frutta e verdura
I genitori sono un esempio per i bambini e devono essere i primi a mangiare spesso frutta e verdura. Servi al tuo bambino frutta e verdura a ogni pasto, anche se non sempre le mangia. In fondo, è una questione di abitudine.
Prova a seguire questi consigli:
  • Abbina la verdura ai piatti che piacciono al tuo bambino.
  • Taglia la verdura e la frutta a bocconcini o utilizza dei simpatici stampini per biscotti.
  • Di tanto in tanto puoi sostituire una delle cinque porzioni al giorno raccomandate con un bicchiere di succo di frutta senza zucchero (150 millilitri).
Il bambino vuole mangiare sempre le stesse cose
Questo è un problema noto a molti genitori: i bambini hanno delle fasi in cui vorrebbero mangiare sempre lo stesso piatto. Non ti preoccupare: come tutte le fasi hanno una loro fine.
I bambini tendono per natura a rifiutare gli alimenti che non conoscono: proporre loro un cibo nuovo ripetutamente può aiutare a vincere questa resistenza. A un certo punto, di solito, i loro gusti cambiano e finiscono per accettare anche gli alimenti che prima rifiutavano. Vale la pena anche provare a utilizzare tecniche diverse per la preparazione: prova a servire lo stesso cibo crudo, frullato o al forno.
Non costringere il bambino a mangiare
Tutti abbiamo alcuni alimenti che proprio non ci piacciono. Non costringere il tuo bambino a mangiare qualcosa che non apprezza. In quel caso la sua resistenza verso quell'alimento potrebbe acuirsi e persistere anche in età adulta.
Il bambino non ha fame
I bambini hanno ben chiare le sensazioni di fame e di sazietà. Lascia che sia il tuo bambino a decidere quanto mangiare e non costringerlo a finire il suo piatto.
Se quando è ora di mangiare il bambino non ha fame, spesso la causa è da ricercare nei frequenti spuntini tra un pasto e l'altro. Programma un piccolo snack a orari fissi tra i pasti. In questo modo eviterai che il bambino mangi di continuo.
Se il bambino si rifiuta di mangiare per diverse settimane, contatta il medico.
Il bambino vuole sempre qualcosa di dolce
Un bambino tiene in mano una ciotola di mirtilli
Per natura, i bambini amano particolarmente i dolci. In fondo, il latte materno ha un sapore dolce e anche l'istinto umano ci dice che ciò che è dolce non è velenoso. In un'alimentazione equilibrata trovano spazio anche i dolci, ma è fondamentale determinarne la giusta quantità.
In relazione ai dolci, segui questi consigli:
  • Programma degli orari fissi per gli spuntini dolci insieme al tuo bambino. Il momento migliore per mangiare i dolciumi è dopo i pasti.
  • Non utilizzare i dolci come ricompensa o consolazione.
  • Conserva i dolciumi in un luogo che il tuo bambino non può raggiungere da solo.
Proponi invitanti alternative ai dolci come:
  • frutta fresca a pezzetti,
  • bacche dolci,
  • smoothie fatti in casa,
  • macedonie,
  • spiedini di frutta oppure
  • frutta secca e noci.

Devo preoccuparmi dei problemi con il cibo?

Il tuo bambino è sano, attivo, cresce normalmente e prende peso? Allora non c'è motivo di preoccuparsi. La maggior parte dei problemi a tavola ha una durata breve e non influisce negativamente sullo sviluppo. Solo se la tendenza a mangiare poco e alimenti poco vari continua per molto tempo è opportuno rivolgersi al pediatra.

Insegnare ai bambini a mangiare sano: consigli per la vita in famiglia

Per insegnare al tuo bambino a nutrirsi in modo sano, dovresti dare l'esempio. I bambini osservano i propri genitori: ciò che mangiano viene percepito come interessante e invitante. Se segui un'alimentazione sana e bilanciata, questo si rifletterà sul tuo bambino. E c'è un altro vantaggio: le abitudini che sviluppiamo da piccoli tendono a durare per tutta la vita. Prova a seguire questi consigli:
Prendersi tempo per mangiare
Se puoi, mangia almeno una volta al giorno insieme al tuo bambino. Mangiare insieme è un'ottima occasione per dialogare e aiuta i bambini a imparare come si sta a tavola.
Una mamma cucina con sua figlia
Cucinare con i bambini
Coinvolgi il tuo bambino nella scelta del menu, nella spesa e nella preparazione del cibo: stimolerai la sua voglia di cucinare e mangiare. Spesso i bambini adorano mangiare quello che hanno preparato loro stessi.
Mangiare senza distrazioni (digitali)
Se si mangia guardando uno schermo, spesso si esagera senza accorgersene. Evita di mangiare davanti alla tv. Anche smartphone e tablet andrebbero tenuti lontani dalla tavola. Invece di fissare uno schermo, tu e il tuo bambino provate a raccontarvi le vostre esperienze.
Che si tratti di neonati, bambini o adolescenti, un'alimentazione sana è fondamentale per la crescita. Se vuoi saperne di più sull'«Alimentazione equilibrata» o su come «Mangiare sano in ogni fase della vita», dai un'occhiata alle nostre guide. Ti aspettano tanti interessanti contributi su come «Mangiare sano con la piramide alimentare» o sulla «Preparazione degli alimenti mirata a preservarne le proprietà nutritive».