Keine Kamera verfügbar. Bitte Zugriff auf Kamera erlauben und Applikation neu starten.

Consumo di zucchero in Svizzera: il doppio del quantitativo consigliato

A molti di noi piace mangiare dolci. E non c'è da stupirsi, visto che nei primi mesi di vita assumiamo solo latte materno, che ha un sapore dolciastro. Quindi la passione per il dolce nasce fin da quando siamo in fasce.
Possiamo capire da dove arriva questa predilezione anche dando uno sguardo alla storia dell'uomo: dolce significava energia pronta all'uso. E nel caso degli alimenti sconosciuti, la dolcezza indicava automaticamente che non erano velenosi.
Oggi invece lo zucchero ha una cattiva reputazione per la salute. Ma sono le quantità a renderlo poco sano. Infatti, concedersi un piccolo dolce al giorno va benissimo. In quali quantità è dannoso lo zucchero?

Buoni motivi per ridurre il consumo di zucchero

Gli svizzeri in media assumono più del doppio della quantità di zucchero consigliata. Ecco perché per la maggior parte di noi varrebbe la pena ridurne il consumo nella vita di tutti i giorni. Un'alimentazione con molto zucchero favorisce il sovrappeso, il diabete di tipo 2 e le malattie cardiovascolari.
Pancake con sciroppo d'acero e mirtilli
Come se non bastasse, lo zucchero non sazia a lungo. Anzi: con gli alimenti molto zuccherati la fame torna subito – soprattutto se si consumano tra i pasti. Questo succede perché l'indice glicemico aumenta in poco tempo e diminuisce altrettanto velocemente, dopodiché arrivano subito gli attacchi di fame che favoriscono il sovrappeso.
Inoltre, lo zucchero non apporta né vitamine né sali minerali o altre sostanze preziose per l'organismo. Spesso ci si dimentica di alimenti sani come frutta, verdura, yogurt o prodotti integrali e si opta invece per i dolciumi.