Carrello

Il carrello è vuoto.

Aggiungi un prodotto e comincia a fare i tuoi acquisti.

Importo totale

Valore della merce:
CHF
Spese di consegna:
CHF

Totale:

CHF

Cava: uno spumante spagnolo molto speciale

La Spagna vanta numerosi spumanti di qualità: avete già sentito parlare di Freixenet? Si tratta di un produttore di Cava celebre in tutto il mondo con due secoli di tradizione. In Spagna sono 159 i comuni in cui si produce il nobile spumante. Circa il 90% dei Cava proviene dalla regione vinicola di Penedès, a sudovest di Barcellona. Qui potrete scoprire cosa rende così speciale il Cava, lo spumante spagnolo di qualità.

Cava: lo champagne spagnolo

Il Cava, come il prosecco, appartiene alla categoria degli spumanti. Ci sono tuttavia alcuni aspetti che distinguono il Cava spagnolo dai normali spumanti.
Di fatto, il metodo di produzione del Cava è simile a quello dello champagne. Il Cava spagnolo ha una lunga storia: nel 1872, nella tenuta Can Codorníu, Josep Raventós i Fatjó produsse per la prima volta un Cava, e per farlo si avvalse del metodo della rifermentazione in bottiglia utilizzato anche nella Champagne. Da allora Josep Raventós i Fatjó è considerato l’inventore del Cava e, insieme, l’iniziatore della storia di questa eccellenza spagnola. Si racconta che Josep Raventós i Fatjó si recò in gran segreto nella Champagne, in Francia, per apprendervi l’arte della produzione dello champagne. Nel caso del Cava, quindi, non si tratta semplicemente di uno spumante spagnolo, ma di un vino molto speciale, che viene anche definito con affetto champagne spagnolo. Un tempo questo celebre spumante portava addirittura un nome del tutto simile allo champagne: Champán o Xampán. Nel 1986, tuttavia, la Francia richiese che tale nome venisse modificato poiché troppo simile a quello dello champagne. Da allora il Cava si è imposto come un noto marchio spagnolo.

Uno spumante spagnolo di qualità: i vitigni per il Cava

Nella maggior parte dei casi si utilizzano tre vitigni: l’uva di Xarel-lo conferisce carattere allo spumante spagnolo, mentre quella di Macabeo garantisce una certa freschezza e un sapore fruttato. Le uve di Parellada donano al Cava eleganza, un sapore equilibrato e il tenore alcolico.
Ma per la produzione di Cava sono ammesse diverse varietà d’uva:
  • Xarel-lo
  • Macabeo
  • Parellada
  • Garnatxa
  • Monastrell
  • Trepat
  • Pinot noir

Uno spumante spagnolo: la produzione del Cava

Alla fine di agosto comincia la raccolta delle uve che dura, in tutto, circa sette settimane. Dopo un’attenta selezione, i grappoli vengono diraspati e pigiati, quindi si procede alla chiarificazione del mosto. C'è però un dettaglio che solo in pochi conoscono: i succhi delle diverse varietà d’uva vengono fermentati separatamente. A fermentazione conclusa, segue la degustazione: in questa fase il mastro cantiniere decide le percentuali di mosto di ciascuna varietà per la cuvée.
Stabilita la composizione di quest’ultima, si aggiungono zucchero e lievito: comincia quindi la seconda fermentazione alcolica – questa volta in bottiglia. In questo modo il Cava acquisisce una notevole varietà di aromi. A questo punto il Cava deve riposare per circa nove mesi. Per la rifermentazione non vengono utilizzati lieviti qualsiasi: i mastri cantinieri impiegano speciali lieviti Cava responsabili del cosiddetto «perlage», lo sviluppo della classica e delicata effervescenza. Se vi capiterà di trovarvi in Spagna e di bere dello spumante, e più precisamente il Cava, capirete la ragione di tutti questi sforzi.
Dopo la seconda fermentazione ha inizio l’operazione del «rémuage», (fr. scuotimento), che consiste in piccoli e precisi movimenti delle bottiglie. In questo modo i depositi fecciosi si raccolgono nel collo delle bottiglie. A questo punto si levano i tappi e i depositi, spinti dalla pressione dell’anidride carbonica, fuoriescono dalla bottiglia. Nell’operazione va inevitabilmente persa anche una parte di liquido. La bottiglia viene perciò rabboccata con un misto di vino e zucchero («dosage»). Si procede infine alla definitiva tappatura con il sughero originale. Questa procedura viene anche chiamata «dégorgement» o sboccatura.
Un procedimento lungo e complesso, quindi, ma che vale la pena di effettuare. Una volta completata la produzione, il Cava può ancora presentare un tenore alcolico compreso tra 10,8 e 12.8% vol. Sul mercato vengono proposti diversi tipi di Cava, distinti uno dall’altro per il tenore zuccherino. Tra le principali varianti troviamo: brut, extra brut, dry o semi dry.
Vi abbiamo incuriositi? Date allora un’occhiata all’offerta di spumanti spagnoli proposta da Mondovino. Potete ordinare i vostri spumanti e vini preferiti direttamente online. In alternativa, naturalmente, potete acquistare tutti i nostri prodotti anche nei punti di vendita Coop.