Carrello

Il carrello è vuoto.

Aggiungi un prodotto e comincia a fare i tuoi acquisti.

Importo totale

Valore della merce:
CHF
Spese di consegna:
CHF

Totale:

CHF

Champagne

Lasciata a lungo nel dimenticatoio, la regione dello Champagne ha ricominciato a spumeggiare grazie a nuovi stili e piccoli produttori di talento, e alla riscoperta che davvero non esiste occasione inadatta a questa nobile bevanda.

Storia

Lo champagne: un vino favoloso associato a festività e lusso. In passato, lo champagne era la bevanda dei ricchi. Napoleone, Winston Churchill e Madame Bollinger sono alcuni dei suoi famosi estimatori.
Tutto ebbe inizio nel 1668 in un monastero di Hautvillers. Fu il monaco Dom Pérignon a far spumeggiare il vino e a sviluppare l'arte di tagliare diversi vitigni da diverse regioni creando particolari cuvée. A lui dobbiamo anche l'introduzione del tappo di sughero.

Geografia e Clima

La Champagne è una delle regioni vitivinicole più settentrionali del mondo. Le uve si sviluppano con molta lentezza, cosicché non sempre riescono ad arrivare a completa maturazione. In questo modo si ottiene un elevato tenore di acidità, importante per la produzione del vino spumante.
La Champagne è formata da tre zone principali: Montagne de Reims, Vallée de la Marne e Côte des Blancs. Predominano terreni calcarei arricchiti da argilla.

Vini e vitigni

Soprattutto vini spumanti bianchi e rosé. Una piccola quantità di vini rossi e bianchi fermi, come ad es. Côteaux Champenoise e Rosé de Riceys.
Lo Chardonnay (bianco) dona al vino eleganza e raffinatezza, il Pinot Noir garantisce struttura e pienezza, mentre il Pinot Meunier regala al vino una fruttuosità accessibile. La vendemmia è esclusivamente manuale.

Superficie vitata/quantitativi prodotti

Circa 29.000 ettari, circa 2,3 milioni di hl/anno. Circa 18.000 viticoltori vendono le loro uve alle aziende vinicole che producono champagne. Esistono anche alcune cooperative.