Keine Kamera verfügbar. Bitte Zugriff auf Kamera erlauben und Applikation neu starten.

Bere il vino

Di tanto in tanto gli enoappassionati si concedono un bicchiere di vino alla sera. A volte, tuttavia, non si rendono conto del fatto che non bevono il loro vino in modo corretto. A cosa devono prestare attenzione? Quali errori devono evitare? La seguente guida offre alcuni chiarimenti in proposito.

La pazienza conduce al piacere

La degustazione di un vino inizia quando lo si versa. Affinché aromi e sapori del vino possano svilupparsi completamente, alcune condizioni devono essere soddisfatte. Qual è il modo corretto di bere il vino?
Per prima cosa levate la parte superiore della capsula in cima alla bottiglia con un coltello affilato. Queste capsule possono essere di stagno o alluminio. Quindi procedete all’apertura della bottiglia di vino togliendo il tappo di sughero, se possibile utilizzando un cavatappi. A questo punto, a seconda del tipo di vino, dovete aspettare un po’ di tempo prima di versare il vino nel bicchiere, affinché possa respirare. In questi casi non è raro dover aspettare fino a qualche ora; l’attesa, come detto, varia da vino a vino.
Alla fine versate un po’ di vino in un bicchiere da vino. Per un vino bianco va bene un bicchiere affusolato, mentre per un rosso conviene optare per un bicchiere bombato. Fate attenzione a non riempire un bicchiere da vino per più di un terzo. Se è troppo pieno, infatti, gli aromi del vino non possono svilupparsi al meglio.
In seguito annusate attentamente il vino. Durante questo esame olfattivo fate roteare leggermente il bicchiere affinché gli aromi e i profumi possano svilupparsi appieno. Annusate quindi intensamente il vino per riuscire a percepire tutte le sensazioni olfattive.
E finalmente assaporate il vino. Nel fare questo si consiglia innanzitutto di bere un piccolo sorso lasciandolo per qualche istante sulla lingua e socchiudendo la bocca. L’apporto di ossigeno contribuisce a rendere ancora più delicato il sapore del vino. Per questa ragione non dovreste inghiottirlo immediatamente, ma dovreste tenerlo alcuni istanti in bocca.

La temperatura e il bicchiere giusto

Non esiste una perfetta temperatura di servizio. Ogni estimatore ha una propria temperatura di degustazione preferita. Bisogna tuttavia attenersi a speciali valori di riferimento: i rosé e i bianchi, ad esempio, vengono raffreddati a una temperatura tra gli 8 e i 12 °C. Il vino rosso viene servito un po’ più caldo: la temperatura ideale, nel suo caso, è compresa tra i 14 e i 18 °C.
Qualche grado in più o in meno, tuttavia, dipende dal vostro gusto personale. Nessuno, inoltre, può rispondere alla domanda se il vostro vino preferito sia il rosso, il bianco o il rosé.
Ad influire sul sapore del vino, tuttavia, sono i bicchieri in cui lo servite. Decidendovi per un certo tipo di vino, vi siete indirettamente decisi anche per un certo tipo di bicchiere. Per il vino bianco i bicchieri più adatti sono quelli con un calice più piccolo e uno stelo piuttosto lungo. Questi calici possono essere tenuti senza problemi dallo stelo, evitando così che la vostra mano scaldi il vino.
Se bevete vino rosso, il bicchiere più adatto sarà allora più voluminoso e particolarmente bombato affinché gli aromi possano svilupparsi appieno. Ciò nonostante, alcuni intenditori prediligono i cosiddetti bicchieri universali, sebbene per quanto riguarda lo sviluppo degli aromi di alcuni vini con questi calici si debba scendere a qualche compromesso.

Degustazione: cosa evitare

Bere il vino nella giusta maniera non è difficile; è sufficiente seguire le seguenti indicazioni. E anche se non siete degli intenditori, ci riuscirete senza grossi problemi. L’importante, a tal proposito, è che riusciate a evitare due o tre cose.
Una di queste è bere subito dopo essersi lavati i denti. Il dentifricio o il collutorio, infatti, alterano qualsiasi sapore del vino, buono o cattivo che sia. È inoltre altresì sconsigliabile fumare una sigaretta o un sigaro prima della degustazione. La nicotina, difatti, impedisce di gustare gli aromi più delicati del vino.
Lo stesso vale per i dolciumi, come ad esempio il cioccolato, o per il caffè. Se intendete andare sul sicuro e desiderate cogliere completamente tutti sapori del vino, si rivela utile bere un bicchiere d’acqua o mangiare un pezzo di pane. Fatto questo, potete tranquillamente bere o assaporare qualsiasi vino.
È inoltre consigliabile non reggere mai il bicchiere da vino dalla coppa per evitare di scaldare il nettare con il calore delle dita o del palmo della mano. Tanto più che lasciare impronte sul calice è un imperdonabile mancanza di stile. Conviene perciò reggere sempre il bicchiere dallo stelo o dal piede.