Keine Kamera verfügbar. Bitte Zugriff auf Kamera erlauben und Applikation neu starten.
Peter Keller presenta la Germania del vino a Mondovino.

Germania – Vini eccellenti con il miglior rapporto qualità-prezzo

Una volta alla famosa critica enologica e Master of Wine inglese Jancis Robinson è stato chiesto: «Con chi le piacerebbe bere un bicchiere di vino tedesco e per quale motivo?» La risposta? «Mi piacerebbe condividere uno dei tanti eccellenti Spätburgunder (Pinor Noir) che troviamo ora sul mercato con Lalou Bize-Leroy, dell'eccezionale Domaine Leroy in Borgogna, per dimostrarle che c'è vita anche fuori dalla sua regione vinicola!».
Un'affermazione sorprendente, a riprova che i vini tedeschi non hanno più nulla da invidiare alle etichette molto famose. In effetti, negli ultimi anni si è assistito a un notevole sviluppo in fatto di viticoltura di qualità. Oserei addirittura dire che la Germania è il Paese con il miglior rapporto qualità-prezzo. Solo lì è possibile trovare un Grosses Gewächs, categoria paragonabile a quella del Grand Cru, a prezzi che oscillano tra i 40 e i 60 franchi a bottiglia. Per rifarci a quanto detto prima, in Borgogna non si trovano Grand Cru a meno di 100 franchi. Ma la Germania è praticamente imbattibile anche nelle fasce di prezzo medio-basse.
Jancis Robinson ha citato lo Spätburgunder come termine di paragone per i vini rossi; ma i vitigni a bacca rossa occupano solo un terzo dei 103.000 ettari di superficie viticola. Il resto è appannaggio delle varietà a bacca bianca. La varietà più importante è il Riesling, indiscusso fiore all'occhiello del Paese. È coltivato in tutte le 13 regioni vinicole, dal Baden a sud all'emblematica Mosella, passando per il Rheingau, l'Assia Renania, il Palatinato e il meno conosciuto Saale-Unstrut. Da qui nascono vini di tutte le qualità e per tutti i gusti, da secchi a semidolci fino a dolci. Con il Riesling, inoltre, il terroir è ben percepibile nel vino. Finora abbiamo parlato solo di un grande classico, ma la viticoltura tedesca è ricca di sfaccettature. Nei vigneti si coltivano anche il Grauburgunder e il Weissburgunder (Pinot Grigio e il Pinot Bianco), oltre a due varietà internazionali come lo Chardonnay e il Sauvignon blanc. Tra le uve autoctone, invece, spicca in particolare lo Scheurebe.
Le varietà a bacca bianca svolgono un ruolo fondamentale nella cantina di Katrin Wind, giovane viticoltrice emergente del Palatinato. La sua piccola tenuta produce poco più di 20.000 bottiglie all'anno. Fedele al suo motto, Katrin Wind intende vinificare nettari naturali, dai toni puri, espressivi e legati al terroir. E ogni anno ci riesce in modo sempre più convincente. Lo dimostrano vini come il suo Sauvignon blanc, il Weisser Burgunder e il pregiato Weisser Burgunder Landschneckenkalk. L'annata del 2021 è ora disponibile in esclusiva da Mondovino.
Immagine ingrandita Chiudi
75cl

Sauvignon blanc Fumé Pfalz Katrin Wind

Germania, 2021

Valutazione media: 0.0 da 5 da 5 Scrivi la prima recensione

Katrin Wind riesce a vinificare la varietà aromatica Sauvignon blanc in modo tale che l'aroma e il gusto non dominino in modo così penetrante. Tuttavia, il Fumé 2021 è tipico di questa varietà e ricorda in qualche modo un rappresentante della Steiermark austriaca. Al naso rivela note raffinate di fiori di sambuco, erbe di campo e sentori floreali. Al palato, il Sauvignon blanc secco è snello, teso, fresco, succoso, elegante e termina con una lunghezza molto piacevole, leggermente salata. L'annata è un grande successo, adatto sia come aperitivo che come accompagnamento a piatti di pesce leggeri. Katrin Wind fermenta il vino in barrique usate, lo affina per otto mesi in piccole botti di legno e lo imbottiglia non filtrato. Si conserva sicuramente per sette o otto anni.

19.95

Prezzo per 10 centilitro
2.66/10cl
Mondovino Highlights: Il piacere di un vino scelto