Keine Kamera verfügbar. Bitte Zugriff auf Kamera erlauben und Applikation neu starten.
Ma da dove arrivano i più grandi Riesling del mondo?

I più grandi Riesling del mondo

Quando si parla dei vitigni bianchi più importanti, il Riesling è senza dubbio uno dei primi che viene in mente. E la versatilità è la sua carta vincente. Si presenta con profili aromatici che spaziano dall'extra secco al semisecco fino ad arrivare al dolce. A ciò si aggiunge un altro fattore fondamentale: il Riesling riesce a esprimere il suo terroir con una chiarezza e una precisione che pochi vini sanno imitare. E il suo gusto varia a seconda della zona e del suolo. Ma da dove arrivano i più grandi Riesling del mondo?
Iniziamo dall'Alsazia francese che ho visitato la scorsa estate. Una regione dal paesaggio unico per il fascino e la lunga tradizione vitivinicola. La località di Hunawihr sembra appartenere a un'altra epoca ed è qui che si trova la zona Grand Cru Rosacker, che comprende 1,67 ettari di piccole parcelle Clos Sainte Hune di proprietà della tenuta della famiglia Trimbach. Il loro Riesling tocca vette altissime: complessità difficile da eguagliare, mineralità irresistibile e un potenziale d'invecchiamento quasi illimitato. Il Riesling Clos Sainte-Hune è raro e costoso – ma vale ogni sorso.
Lo stesso si può dire anche della tenuta austriaca Nikolaihof di Wachau, l'azienda più antica del Paese che già da tempo segue direttive Demeter e rappresenta l'esempio pionieristico di questa forma di viticoltura. Ai cru migliori delle parcelle più pregiate viene lasciato tutto il tempo necessario per maturare. Una parte invecchia per dieci anni e oltre in grandi botti di rovere prima dell'imbottigliamento – è il caso del Riesling Vinothek 2002 secco. E anche se matura a lungo, questo bianco sfaccettato di grande caratura continua a risultare fresco – è unico nel suo genere.
Com'è naturale, anche dalla patria del Riesling arrivano grandi esemplari. Negli ultimi 20 anni la Germania ha incrementato fortemente la qualità. Circa un quinto dei 100.000 ettari di superficie viticola è coltivato con questa varietà. Tra tutti spiccano le tenute più celebri come Dönnhoff della regione della Nahe, Keller e Battenfeld Spanier nell'Assia Renana e Breuer nel Rheingau. A un passo da loro troviamo la viticoltrice Eva Fricke, sempre nel Rheingau. Alla sua Trockenbeerenauslese e al Riesling Krone 2019 secco i critici hanno dato il massimo dei voti con un bel 100. L'ultimo arriva da una parcella in pendenza su suolo scistoso. Si tratta di un bianco intenso, penetrante e fresco dotato di grande persistenza: un vero fuoriclasse. Il Krone, come tutti i vini di Eva Fricke, è disponibile in esclusiva su Mondovino.
Immagine ingrandita Chiudi
75cl

Rheingau Riesling Mélange QbA Eva Fricke

Germania, 2020

Valutazione media: 0.0 da 5 da 5 Scrivi la prima recensione

Il Riesling Mélange 2020 di Eva Fricke brilla per le sue caratteristiche eccezionali. Si presenta con un giallo medio e rivela al naso un bouquet intenso e stratificato di frutti gialli e note di roccia affumicata. Al palato si nota un bel frutto, un corpo denso e un'acidità ben integrata. Grazie alla sua mineralità, il vino secco rimane sempre elegante e succoso, ha un finale di lunga durata ed è ben bilanciato. Può essere gustato già adesso o messo da parte per qualche anno in più. Il Riesling, vinificato in vasche d'acciaio, è un blend di siti provenienti dai villaggi del Rheingau di Eltville e Hattenheim. Le uve provengono da vecchie vigne che crescono su terreni di loess e argilla. Il vino è versatile, meglio se accompagnato da pesce o carni bianche. L'eccellente annata 2020 è stata molto apprezzata: Il critico James Suckling ha assegnato al Riesling 95 su 100 punti.

32.50

Prezzo per 10 centilitro
4.33/10cl
Le rarità sono escluse da tutte le azioni.
Disponibile solo online