Keine Kamera verfügbar. Bitte Zugriff auf Kamera erlauben und Applikation neu starten.
Qual è il futuro dei vini bianchi in Ticino?

In futuro il Ticino potrebbe diventare terra di vini bianchi?

Una volta Christian Zündel, un viticoltore ticinese di spicco, disse che i vitigni a bacca bianca si adattano alla perfezione al territorio ticinese. Considerato che sul versante meridionale delle Alpi il colore predominante in viticoltura è il rosso, la sua affermazione sembra piuttosto ardita.
Nove decimi degli oltre 1000 ettari di superficie vitata del Ticino sono coltivati con uve a bacca rossa, in prevalenza Merlot. Del resto è proprio all'uva Bordeaux che questo territorio deve la sua straordinaria reputazione. Alle varietà a bacca bianca restano solo le briciole: lo Chardonnay occupa il 4% abbondante della superficie vitata, il Sauvignon blanc poco meno del 2%. A queste si affiancano piccolissime percentuali di vitigni minori come Kerner e Viognier. Qui nasce anche il popolarissimo Bianco di Merlot, un bianco vinificato da una varietà a bacca nera.
Il clima mite e soleggiato del Ticino è l’ideale per la produzione di uve nere. Ma il grande problema della viticoltura da queste parti sono le violente precipitazioni, che già in passato hanno riservato amare sorprese ai viticoltori. Che le varietà a bacca bianca tollerino meglio questi fenomeni estremi è ancora tutto da dimostrare. Fatto sta che sempre più aziende agricole si stanno buttando sulla produzione di bianchi. Una di queste è la cantina della famiglia Zündel di cui parlavamo poc’anzi, che ci sta provando con l'Erbaluce, un vitigno autoctono del Piemonte. I risultati sono molto incoraggianti e la trama fresca e filigranata del loro vino ne è la riprova. Le potenzialità dei bianchi sono state messe in evidenza anche da altre produzioni nel Cantone. Uno su tutti il Vinattieri Bianco, un uvaggio di Chardonnay, Sauvignon blanc e Sémillon affinato in barrique. O il Bianco Rovere di Brivio, un Merlot bianco che matura in barrique. Anche il Castello di Morcote produce diversi bianchi, come il Favola, un assemblage di cinque diverse varietà. Questa grande tenuta ne ha creato un eccellente imbottigliamento speciale per l'Edition Peter Keller (disponibile in esclusiva su Mondovino.ch al prezzo di fr. 29.50).
Sono convinto che i vini bianchi abbiano un brillante futuro in Ticino. Con ogni probabilità resteranno una nicchia, ma che varrà la pena tenere sott’occhio e che regalerà tante belle sorprese.
Immagine ingrandita Chiudi
75cl

Ticino DOC Castello di Morcote Favola Peter Keller

Svizzera, 2020

Valutazione media: 0.0 da 5 da 5 Scrivi la prima recensione

Giallo molto chiaro, aromi fini di mela e mela cotogna, mostra intense note minerali, potente e aromatico al palato, pieno di carattere con acidità vivace, rinfrescante fino alla fine.

29.50

Prezzo per 100 centilitro
39.33/100cl
Le rarità sono escluse da tutte le azioni.
Disponibile solo online