Keine Kamera verfügbar. Bitte Zugriff auf Kamera erlauben und Applikation neu starten.
Peter Keller spiega la Maremma, zona di coltivazione dei Super Tuscans.

La Maremma, una vera miniera d’oro per il vino

Sassicaia, Ornellaia: tutti conoscono questi vini italiani. Nel mondo enologico rientrano nella categoria dei cosiddetti «Super Tuscan». E soprattutto segnano la nascita di una regione vitivinicola di cui nessuno aveva mai sentito parlare prima: la Maremma, una nuova frontiera di tendenza! L’area vitivinicola si estende da Livorno a Grosseto.
La sua storia di successo ha avuto inizio con il vitigno Cabernet Sauvignon, il che equivale quasi a una rivoluzione. Perché la sua fama la Maremma non la deve al Sangiovese. E anche il Merlot e il Syrah sono stati spesso preferiti a quest’uva autoctona toscana. Il Sassicaia nasce con il Cabernet Sauvignon. Il (costoso) vino cult figura tra i migliori cru italiani. Ben presto seguirono altri investitori, ad esempio la tenuta Ornellaia che con il suo omonimo vino di punta e il Merlot premium Masseto ha conquistato tantissimi amanti del vino. Nel corso dei decenni, questa miniera d’oro del vino è diventata famosa anche al di fuori dei confini regionali attirando l’attenzione ad esempio del piemontese Angelo Gaja, un’icona tra i viticoltori, e della celebre produttrice trentina Elisabetta Foradori.
Di fronte al fenomenale successo dei vitigni globali si è quasi dimenticato che nella Maremma anche il Sangiovese può ottenere risultati di tutto rispetto. Qui la varietà è chiamata «Morellino». Ne è stata un’antesignana la Fattoria Le Pupille, fondata da Elisabetta Geppetti. Negli anni Ottanta, la tenuta ha lanciato sul mercato il suo primo Morellino di Scansano. Oggi lo troviamo nella versione di base e nella versione Riserva e come cru Poggio Valente da singole parcelle. Ma la tenuta Le Pupille ha anche creato il Saffredi, un Cabernet Sauvignon cult.
Ci si pone la domanda se il successo della Maremma sarà di lunga durata. Si avvertono i primi segnali di una lenta saturazione del mercato. Inoltre, i vini di gran classe non si acquistano più a qualsiasi prezzo. Ciononostante, si può continuare a fare nuove e interessanti scoperte, in particolare nella parte sud della denominazione. Come scrisse una volta un importatore: «Chi degusta con spirito aperto sarà certamente premiato con tante belle sorprese». Ad esempio il Morellino di Scansano Riserva Edition Peter Keller 2018 della Fattoria Le Pupille. Il produttore ha realizzato un vino speciale riuscitissimo (in vendita solo da Mondovino).