Keine Kamera verfügbar. Bitte Zugriff auf Kamera erlauben und Applikation neu starten.
Solo per poco! Con un'ordinazione a partire da fr. 200.– ricevi un buono del valore di fr. 20.– per la prossima spesa. (escluse consegne VinoLog) Visualizza di più
Peter Keller vi spiega il mondo dei Merlot.

Merlot: un vitigno diffuso e amato ovunque

Parlando di Merlot, l’associazione con il Bordeaux è immediata. Questo vitigno, con il Cabernet Franc, è infatti una delle famose componenti del classico uvaggio a base di Cabernet Sauvignon. I vini della più prestigiosa regione vinicola francese godono di una grande considerazione e di un'altrettanto grande celebrità.
Nel Bordeaux, la sua zona d’origine, il Merlot è il vitigno più diffuso. Deve la sua fortuna – e il suo destino – al fatto che con le sue uve si producono sia nettari di eccelsa qualità sia vini per il consumo quotidiano. Il Merlot è una varietà piuttosto precoce e di regola offre vini corposi, vellutati e non troppo austeri, deliziando il palato di molti enoappassionati.
Dalla sua regione originaria, questo vitigno è partito per un vero e proprio viaggio intorno al «pianeta vino». Il Merlot, infatti, oltre che nel Bordeaux è diffuso anche nel Midi e nella Languedoc. Oltre i confini francesi, è coltivato nell’Italia del Nordest e in alcune zone della Toscana. In altri continenti la varietà è vinificata in purezza, in particolare in California, Cile e Sudafrica, o utilizzata in molti assemblaggi come in Australia e in Nuova Zelanda.
Anche in Svizzera il Merlot riveste un ruolo tutt’altro che marginale. In Ticino, ad esempio, circa quattro quinti dell’intera superficie vitata è coltivata con questo vitigno. Grazie a una vera e propria rivoluzione qualitativa, negli ultimi 20-30 anni i vini ticinesi hanno persino surclassato alcuni celebri Bordeaux. Questo sviluppo è stato avviato da alcuni svizzero tedeschi «trapiantati» a sud che in Ticino hanno cercato e trovato la loro felicità enologica. Personaggi quali Christian Zündel, Werner Stucky e Daniel Huber hanno scommesso sulla qualità e su nuovi metodi di affinamento, come quello che prevede l’uso delle barrique, le piccole botti di rovere. Il modello a cui si sono ispirati è, naturalmente, quello offerto dal Bordeaux. Il loro esempio è stato quindi seguito dai viticoltori locali. Oggi sono una trentina i vignaioli professionisti che producono vini.
La Mesolcina – una valle grigionese che appartiene al bacino idrografico del Ticino – è una zona vinicola quasi dimenticata con una superficie vitata di soli 30 ettari. Anche qui il Merlot fa la parte del leone. E i vini sono molto più che convincenti. Tra i produttori di punta va citata la tenuta Rohner Erni di Monticello. Una tenuta che non ha nulla da invidiare ai grossi nomi del Ticino, come testimonia «La Fiducia» Edizione Peter Keller 2019, un Merlot in purezza di grande carattere che esprime molto bene la tipicità delle sue origini. Lo trovate in vendita in esclusiva su Mondovino.
Immagine ingrandita Chiudi
75cl

DOC Grigioni Mesolcina Merlot La Fiducia Edizione Peter Keller Weingut Rohner Erni

Svizzera, 2019

Valutazione media: 0.0 da 5 da 5 Scrivi la prima recensione

Il La Fiducia Edizione Peter Keller 2019 della tenuta Rohner Erni è un rosso di gran carattere e personalità prodotto in modo artigianale e sostenibile. Ottenuto esclusivamente da uve Merlot, questo imbottigliamento speciale si distingue per il bouquet intenso e variegato con aromi di bacche blu e rosse, note speziate e delicati sentori tostati. La grande qualità è evidente anche all'assaggio, dove il vino esprime un bel frutto, intensità, pienezza e una straordinaria eleganza. Il finale è persistente. Nell'arco di due o tre anni questo Merlot acquisisce una complessità ancora maggiore, rivelandosi un ottimo investimento per il futuro.

39.00

Prezzo per 10 centilitro
5.20/10cl
Mondovino Highlights: Il piacere di un vino scelto