Keine Kamera verfügbar. Bitte Zugriff auf Kamera erlauben und Applikation neu starten.

Vini naturali: prodotto di nicchia o qualcosa di più?

È difficile trovare un tema tanto controverso come quello dei vini naturali. Ma che cosa si intende veramente con questo termine? «Vino naturale» non è una dicitura protetta o legalmente riconosciuta. Ma a livello produttivo si applicano direttive specifiche. I vini naturali, ad esempio, escludono quasi totalmente l’impiego di additivi. È consentita solo l’aggiunta di lieviti selvaggi, per permettere al vino di fermentare spontaneamente. Non si mette o toglie niente: nessun enzima, nessuno zuccheraggio, non si effettua disacidazione, acidificazione, chiarifica o filtrazione, non si aggiunge, per quanto possibile, la solforosa o al massimo 40 mg/l. Per rispetto nei confronti della natura, i viticoltori lavorano in vigna secondo le direttive dell'agricoltura biologica o della biodinamica.
Questo tipo di vinificazione implica un'attenzione maniacale per l’igiene in cantina. In caso contrario verrebbero prodotti vini con frutta sovraossidata, battericamente inquinata o con difetti e alterazioni. "I vini naturali devono essere 'puliti', non devono presentare cattivi odori o un'acidità volatile", ci spiega la viticoltrice austriaca Stefanie Renner, rinomata produttrice di vini naturali. Insieme ai fratelli Susanne e Georg ha creato la linea "Rennersistas" che da qualche tempo riscuote grande successo. Per l'edizione Peter Keller la tenuta del Burgenland ha imbottigliato un magnifico Blaufränkisch naturale e ricco di tensione (disponibile esclusivamente su www.mondovino.ch).
Stefanie Renner apprezza l'ampia varietà stilistica dei natural wines, ma sottolinea che per quanto diversi, condividono il medesimo obiettivo: riflettere nel prodotto finito il proprio terroir, la propria origine, senza contraffazioni. E continua spiegandoci che questi vini spiccano per un frutto genuino e una maggiore vitalità rispetto a quelli tradizionali. A differenza di altri produttori, per la Renner lo zolfo non è un dogma: se necessario ne utilizza una piccola quantità.
Fermentazione e affinamento dei natual wines possono essere effettuati in contenitori di vario tipo, dalle tradizionali botti di legno, alle uova di cemento o alle anfore. Sono proprio queste ultime a donare ai bianchi un corredo aromatico eccezionale e ciò avviene perché spesso si tratta dei cosiddetti Orange wine. Ma non è detto che un Orange wine sia un vino naturale. La dicitura indica un vino bianco vinificato come un rosso, cioè con macerazione a contatto con le bucce. I bianchi, di norma, vengono pressati subito o dopo una breve macerazione sulle vinacce. Grazie a un contatto più prolungato con le bucce, acquisiscono una colorazione più intensa e sfumature ambrate e giallo arancioni. Il prodotto finito è spesso velato, perché non viene filtrato.
I natural wines sono una grandiosa integrazione al pianeta "vino", ma solo se vinificati in modo "pulito" e se presentano buone qualità organolettiche. Nell'ampia offerta enologica i vini naturali restano un prodotto di nicchia e lo rimarranno anche in futuro.
Immagine ingrandita Chiudi
75cl

Blaufränkisch Edition Peter Keller Rennersistas

Austria, 2017

Valutazione media: 0.0 da 5 da 5 Scrivi la prima recensione

Der Blaufränkisch Edition Peter Keller 2017 der Rennersistas aus dem Burgenland ist ein biologisch, natürlich und absolut sauber erzeugter Wein mit viel Spannung und Lebendigkeit. Die herausragenden Eigenschaften sprechen für sich: intensives, tiefes Purpur, vielschichtiges Bouquet mit wunderschönen Frucht- und würzigen Noten, im Gaumen dicht, mit feinen Tanninen und gut integrierter Säure, schöne Textur, überaus elegant wirkend, tiefgründig, sehr lang im ausgewogenen Abgang. Genialer Trinkfluss. Dieser grossartig gelungene, burgundisch anmutende Blaufränkisch hält gemäss der Aussage der Winzerin Stefanie Renner gut und gerne 20 Jahre. Die Trauben stammen von Rebbergen der Spitzenlage Altenberg mit sandigen Lehmböden. Die Weingärten wurden 1992 gepflanzt. Die Lese erfolgt von Hand. Für die minimale Vinifikation wurden 90% der Beeren entrappt, der Rest als Ganztrauben verwendet. Nach derspontanen Gärung mit wilden Hefen reift der Wein während 18 Monaten auf der Hefe in einem gebrauchten 500 Liter-Holzfass aus österreichischer Eiche. Nachher erfolgt eine weitere Lagerung von 10 Monaten im Edelstahltank. Der Wein wird weder geschönt noch filtriert. Der zugefügte Schwefel ist mit 15 mg/l sehr bescheiden. Für die Peter Keller Edition stehen exklusiv 600 Flaschen zur Verfügung.

29.95

Prezzo per 10 centilitro
3.99/10cl
Mondovino Highlights: Il piacere di un vino scelto