Keine Kamera verfügbar. Bitte Zugriff auf Kamera erlauben und Applikation neu starten.
Peter Keller rapporto di tendenza: Spettacolari paesaggi vinicoli – nettari eccelsi

Spettacolari paesaggi vinicoli – nettari eccelsi

Viaggiando in treno da Berna in direzione di Losanna, poco prima di raggiungere la metropoli vodese si è sopraffatti da una vista spettacolare: i vigneti terrazzati, sostenuti da muri in pietra, che salgono ripidi dal lago Lemano. È indubbiamente uno dei paesaggi più belli della Svizzera, che ha molto da offrire e non solo agli amanti del vino.
Con il Dézaley i vigneron producono uno dei migliori e più longevi Chasselas. Per la bellezza mozzafiato e la sua storia, il Lavaux è stato dichiarato dall'UNESCO patrimonio mondiale dell'umanità.
La regione vinicola della Svizzera romanda non è l'unica ad aver ricevuto questo riconoscimento. Anche altre zone dall'antica tradizione vitivinicola sono sinonimo di "unicità, autenticità e integrità", come ad esempio il Douro in Portogallo. Il magnifico paesaggio lungo il fiume omonimo è costellato da ripidi terrazzamenti. La vite cresce su 45'000 ettari di terreni scistosi estremamente poveri. Le loro uve autoctone come la Touriga Nacional, la Touriga Franca, la Tinta Roriz (Tempranillo) e la Tinta Barocca producono vini pieni di carattere, soprattutto il vino porto dolce famoso in tutto il mondo per questa denominazione. Ma negli ultimi decenni abbiamo assistito a una rinascita soprattutto dei vini rossi secchi e in parte anche dei bianchi. Alla nuove élite della Valle del Douro appartiene il progetto Secret Spot Wines dell'enologo Rui Cunha e dell'agronomo Gonçalo Sousa Lopes che vogliono ottenere vini unici dalle cosiddette colture miste provenienti da vitigni di parcelle difficilmente accessibili. E lo fanno ad altissimo livello, come dimostra il V by Secret Spot Reserva 2016 dell'Edition Peter Keller (fr. 19.95, in esclusiva su Mondovino).
Un viaggio negli spettacolari paesaggi vinicoli è sempre una magnifica esperienza, e non solo nel Duoro, ma anche in Borgogna. I "climat" della patria del Pinot nero e dello Chardonnay sono stati inclusi nei patrimoni culturali dell'umanità dell'UNESCO. "Climat" è un termine proprio del terroir borgognone e si riferisce a una parcella che ha un nome, una storia, un sapore e un posto nella gerarchia dei vini. Lo stretto tratto di terra tra Digione e Santenay incanta con il suo paesaggio idilliaco, la tranquillità e i nomi risonanti come Chambolle-Musigny, Gevrey-Chambertin e Puligny-Montrachet - musica per le orecchie di molti amanti del vino. Anche altre zone protette dall'UNESCO danno vita a nettari di qualità superiore come la regione ungherese di Tokaj con i suoi vini dolci, la Wachau in Austria con i suoi eccellenti bianchi o il Piemonte con i suoi Barolo e Barbaresco, rossi molto longevi prodotti con uve Nebbiolo. Non c'è dubbio, dove cresce il vino, si sta bene sotto tutti i punti di vista.
Immagine ingrandita Chiudi
75cl

Douro DOP Edition Peter Keller V by Secret Spot

Portogallo, 2016

Valutazione media: 0.0 da 5 da 5 Scrivi la prima recensione

Il V by Secret Spot Reserva Edition Peter Keller 2016 è un cosiddetto field blend, cioè un vino ottenuto da vigneti a coltura mista. In questo caso si tratta di un uvaggio di 30% Touriga Franca, 30% Touriga Nacional, 20% Tinta Roriz (Tempranillo) e 20% Tinta Barocca, vitigni coltivati solo in Portogallo e quindi unici. Affinato in barrique, questo vino risulta particolarmente riuscito, accessibile e convincente grazie al bouquet aperto di frutti di bosco con aromatiche note floreali e sentori di cioccolato. Al palato è denso e corposo, con tannini ben integrati e un'acidità media; elegante e ben strutturato, chiude con un finale di buona persistenza caratterizzato da accenni minerali. Un imbottigliamento speciale già pronto alla beva, ma che fino al 2025 può sicuramente crescere se lasciato affinare in cantina.

19.95

Prezzo per 10 centilitro
2.66/10cl
Mondovino Highlights: Il piacere di un vino scelto