Carrello

Il carrello è vuoto.

Aggiungi un prodotto e comincia a fare i tuoi acquisti.

Importo totale

Valore della merce:
CHF
Spese di consegna:
CHF

Totale:

CHF

La viticoltura lungo le sponde della Nahe

La Nahe, con i suoi cinque affluenti, è un paradiso per la viticoltura. Questa regione si distingue per la rusticità dei paesaggi e un clima mite ed equilibrato. Non sorprende, perciò, che essa sia un’ambita meta turistica. Qui trovate maggiori informazioni sulla Nahe, sulla viticoltura e le particolarità che fanno di questa regione un posto unico.

La regione vitivinicola della Nahe Aspetti geografici

Insieme ai suoi cinque affluenti, la Nahe garantisce un microclima ideale per il vino.
Dal 1971 la Nahe costituisce una regione vinicola a sé stante nell’ameno Land Renania-Palatinato. Tuttavia, qui la viticoltura è attestata sin dall’epoca romana. Il fiume Nahe nasce nel Saarland e, alla fine del suo percorso, sbocca nel Reno: in corrispondenza della foce sorge la città di Bingen. La Nahe rappresenta il cuore dell’omonima regione vinicola. Insieme ai suoi cinque affluenti, la Nahe garantisce alla regione un microclima ideale per il vino. Le bellezze paesaggistiche e gli eccellenti vini locali attirano ogni anno numerosi turisti nella regione vinicola della Nahe. Il clima è mite e poco piovoso.
Le viti crescono su dolci declivi collinari: la regione vitivinicola della Nahe comprende complessivamente 4100 ettari vitati. Tra Bingen e Bad Kreuznach, nella Nahe inferiore, prosperano varietà borgognone a bacca rossa che richiedono condizioni climatiche specifiche. Caratteristici di questi vitigni sono un quadro acido equilibrato e mosti con una gradazione zuccherina impressionante. Nella Nahe superiore il clima risulta invece un po’ più fresco per via della presenza delle Montagne Medie. Una situazione di cui si avvantaggiano vitigni come il Riesling o il Müller-Thurgau. A causa di queste condizioni climatiche, le uve di queste varietà maturano più lentamente: gli aromi e la struttura acida sono ben equilibrati, e danno vita a vini bianchi fruttati.

Alla scoperta della viticoltura della Nahe lungo la locale Strada del vino

Visitare la regione vitivinicola della Nahe è un’esperienza imperdibile per tutti coloro che amano il vino: lungo un percorso di 130 chilometri, noto come la Strada del vino, ci si familiarizza con la regione. Il tracciato è ricco di storia: lungo questa via potrete ripercorrere il cammino utilizzato, a suo tempo, dagli antichi Romani. Senza questo collegamento la nascita della viticoltura sulle sponde della Nahe sarebbe stata impossibile. La Strada del vino vi consente inoltre di visitare numerosi siti e monumenti d’interesse come l’«Orgel Art Museum» o le rovine del monastero di Disibodenberg. Anche la città vecchia di Bad Kreuznach merita una visita: tra le attrazioni più fotografate dai visitatori vi sono senza dubbio le caratteristiche «Brückenhäuser» (case sul ponte).

Un’incredibile varietà di suoli: la regione vinicola della Nahe

Non vi è regione, in tutta la Germania, che possegga una varietà di suoli altrettanto ricca. Si stima che nella Nahe la viticoltura venga praticata su circa 180 diversi tipi di suolo. Nell’area di Bad Kreuznach vi sono suoli di arenaria, argilla e loess, mentre nei pressi di Bingen il terreno è composto da quarzite, ardesia, conglomerati e pietra arenaria rossa.
Il conglomerato si riscalda facilmente e conferisce ai vini succosi aromi di pesca, mela e albicocche. Ad essi si aggiunge una mineralità concentrata che è alla base di particolari vene speziate. L’ardesia, dal canto suo, è celebre per la sua capacità di regalare al vino maturo intensi aromi di pompelmo e limone. Il loess, viceversa, offre aromi di mirabelle e pera: con queste uve vengono prodotti morbidi Riesling, perfetti per accompagnare il cibo.
Grazie alla ricca varietà dei suoli, nella regione della Nahe la viticoltura offre vini dotati di un’ampia gamma di aromi fruttati e intensi: il terroir, insomma, è un aspetto fondamentale nello sviluppo del sapore dei vini.

I vitigni della regione vitivinicola della Nahe

Il 75% dei vini prodotti nella zona vincola della Nahe sono bianchi: i vitigni più importanti sono il Riesling, il Silvaner e il Müller-Thurgau. Negli ultimi anni, tuttavia, Grauburgunder e Weissburgunder hanno acquisito, in questa regione, un’importanza sempre più rilevante. Nella Nahe vengono prodotti anche vini rossi: in questo ambito le varietà più significative sono il Dornfelder e lo Spätburgunder. Accanto a questi due fondamentali vitigni, anche il Portugieser svolge un ruolo importante.
La regione vinicola della Nahe è celebre per i suoi Prädikatsweine («vini con predicato») e Qualitätsweine («vini di qualità»), che detengono la maggiore quota di produzione. Circa la metà dei vini viene smerciata attraverso la vendita diretta. La regione vitivinicola lungo la Nahe ospita circa 300 vignaioli, che raccolgono le ordinazioni e si occupano personalmente della consegna. Se siete interessati ai vini e alla viticoltura e amate gli aromi fruttati più intensi, allora i vini della Nahe vi conquisteranno.