Carrello

Il carrello è vuoto.

Aggiungi un prodotto e comincia a fare i tuoi acquisti.

Importo totale

Valore della merce:
CHF
Spese di consegna:
CHF

Totale:

CHF

Regione dei Tre Laghi

Con cinque cantoni, tre laghi e due lingue, la Regione dei Tre Laghi è una regione vitivinicola estremamente sfaccettata. Questa varietà si ritrova anche nei vini qui prodotti. Hanno reso famosa questa zona i leggeri vini Chasselas e il rosé 'Œil de Perdrix.

Storia

La prima menzione della viticoltura nella Regione dei Tre Laghi deriva dall'abbazia di Bevaix, che si dice abbia ricevuto l'autorizzazione a coltivare un vigneto già nell'anno 998. I cambiamenti dei governi (dal regno di Borgogna ai casati nobili tedeschi, fino all'adesione alla Confederazione) hanno caratterizzato anche la viticoltura. I terreni a vigneto raggiunsero l'estensione maggiore nel XVII secolo, al tempo della Guerra dei Trent'Anni. Vini autoctoni sono il rosé Oeil de Perdrix (in italiano: «occhio di pernice») nonché lo Chasselas noto con il nome di «Non Filtré», che dagli Anni Settanta viene imbottigliato, non filtrato, poco dopo la vendemmia.

Geografia

I vigneti della Regione dei Tre Laghi si estendono nei 50 chilometri lungo la sponda occidentale del lago di Bienne. I versanti estremamente calcarei delle montagne del Giura sono perfetti per la coltivazione della vite. Costituiscono una particolarità i vigneti di Vully, che si trovano fra il lago di Neuchâtel e quello di Morat.

Clima

I vigneti traggono vantaggio dal clima mite del lago, con circa 1900 ore di sole all'anno e precipitazioni medie intorno ai 1000 mm per metro quadro all'anno.

Vini

I protagonisti sono i vini Chasselas finemente strutturati, ma sui pendii calcarei maturano anche Pinot Noir di prim'ordine e perfetti per l'invecchiamento. I vini autoctoni sono il Non Filtré (Chasselas) e l''Œil de Perdrix, un rosé vinificato con uve Pinot Noir.

Vitigni

Chasselas, Pinot Noir, Chardonnay, Pinot Gris, Sauvignon Blanc.Superficie vitata: Circa 1000 ettari, 595 dei quali a Neuchâtel e 223 sul lago di Bienne.