Keine Kamera verfügbar. Bitte Zugriff auf Kamera erlauben und Applikation neu starten.

Testuz

Immaginatevi un panorama mozzafiato che si spinge fino alle sponde del lago Lemano. Comodamente seduti nel bel mezzo di un vigneto abbarbicato sulle colline, state sorseggiando uno Chasselas che delizia il palato con un connubio di sapori dal ventaglio aromatico inconfondibile. Benvenuti da Testuz, nel cuore del Lavaux.
La famiglia Testuz si occupa da generazioni di viticoltura ai massimi livelli.
La storia di Testuz inizia nel 1538, nel feudo di Treytorrens. I fondatori della tenuta, in fuga dalla guerra e alla ricerca di un'oasi di pace, decidono di stabilirsi sulle rive del lago Lemano. Per oltre 300 anni sono dei braccianti viticoltori a coltivare faticosamente i ripidi pendii del Lavaux, percorrendoli in lungo e in largo.
A metà del XIX secolo, e più precisamente nel 1845, la famiglia Testuz fonda la sua prima azienda vinicola. Nel corso di tre generazioni il know-how della Maison si fa largo nel mondo enologico. Sul mercato non possono più mancare nettari come il Coup de l'Etrier o l'Arbalète.
Nel 2015, dopo diversi anni di difficoltà, Testuz si unisce alla Maison Obrist potendo così beneficiare del sostegno e delle strutture di un grande gruppo.
Nell'autunno del 2021 si forma una nuova squadra, che vede alla sua guida il direttore Daniel Dufaux con il supporto di Lionel Chevalley, responsabile della vinificazione. La Maison Testuz rinasce più forte di prima. La loro ambizione è diffondere il patrimonio Testuz in tutto il mondo enologico, con la promessa di contribuirvi con vini d'eccellenza.
Sono previsti diversi progetti, come il risanamento dello stabilimento di produzione di Treytorrens da ultimare nei tempi utili per ricevere la prossima vendemmia. Sempre a Treytorrens, inoltre, si intende creare un nuovo spazio dedicato all'accoglienza e all'enoturismo.
Per quanto riguarda la vinificazione in sé, gli obiettivi sono chiari: la Maison Testuz torna a concentrarsi unicamente sui vini del Lavaux, come il Coup de l'Etrier, colonna portante della tenuta, l'Arbalète di Dézaley, il Roche Ronde a Saint-Saphorin e il Puiné di Calamin.
La cantina Testuz è paragonabile a un pregiato tessuto le cui trame si intrecciano con quasi cinque secoli di storia del Lavaux. Ed è questo che sostiene nel tempo l'ambizione dei vini Testuz, che promettono "eccellenza e qualità".