Carrello

Il carrello è vuoto.

Aggiungi un prodotto e comincia a fare i tuoi acquisti.

Importo totale

Valore della merce:
CHF
Spese di consegna:
CHF

Totale:

CHF

Regioni vitivinicole tedesche

Da diversi anni la viticoltura tedesca non deve più la sua fama unicamente ai suoi eccellenti vini bianchi. Da tempo, infatti, numerosi giovani viticoltori riscuotono grandi successi con i loro innovativi Pinot (in Germania noti come «Blauburgunder» o «Spätburgunder»), facendo concorrenza ai maestri borgognoni. In Germania 13 diverse regioni vitivinicole, con la loro ampia gamma enologica, non temono più il confronto con il panorama internazionale.

Storia della viticoltura in Germania

Le prime regioni vitivinicole della Germania hanno fatto verosimilmente la loro comparsa alla fine del II secolo d.C. lungo la riva sinistra del Reno e nella Valle della Mosella. In queste zone sono state coltivate le prime viti le cui uve venivano utilizzate per la produzione di vino. L’imperatore romano Probo (232-282 d.C.) viene considerato uno dei più importanti promotori della viticoltura in questa regione. La viticoltura in Germania cominciò infatti a fiorire a partire dal suo regno. Le prime prove documentali di tale pratica agricola risalgono al VI secolo. Con la cristianizzazione, i monasteri divennero i nuovi centri della viticoltura e dell’arte vinicola, e i monaci divennero maestri di quest’arte e promotori della viticoltura di qualità.
Essa è documentata dall’VIII secolo nel Rheingau (in italiano noto anche come Renovia) e in Franconia e dalla fine del IX secolo in Sassonia. La superficie vitata, che per un certo periodo fu di oltre 300 000 ettari, si ridusse nel XVI secolo, soprattutto con la guerra dei Trent'anni. Nel XIX secolo la fillossera della vite distrusse vaste estensioni di vigneti anche nelle regioni viticole tedesche, parti delle quali non furono più ripiantate. Anche i due conflitti mondiali causarono gravi danni alla viticoltura. A partire dagli anni Cinquanta del XX secolo, infine, ebbe luogo una forte ripresa, con una netta espansione della superficie vitata.

Geografia: Dove sono situate le regioni vitivinicole in Germania?

Il variegato mondo dei vini tedeschi.
L’area vitata tedesca si concentra sui pendii della valle del Reno – dall’ansa a gomito del Reno all’altezza di Weil nel sud fino alle Siebengebirge nei pressi di Bonn; la vite è diffusa anche lungo le sponde degli affluenti del Reno – il Neckar, il Meno, la Mosella, l’Ahr e la Nahe e i loro tributari –, sulle rive del Lago di Costanza e, più a est, nella valle dell’Elba presso Meissen nonché lungo i fiumi Saale e Unstrut. La viticoltura tedesca, di conseguenza, viene praticata in condizioni climatiche e su terreni estremamente diversi tra loro. Tutto ciò è alla base della grande varietà dei vini tedeschi.

Zone di coltivazione

La Germania ha tredici diverse e distinte regioni vinicole. Undici di esse si trovano lungo il Reno e i suoi tributari: Ahr, Mosella-Saar-Ruwer, Medio Reno, Rheingau, Nahe, Assia Renana, Palatinato, Assia Bergstraße, Franconia, Württemberg e Baden. Dopo la riunificazione della Germania si aggiunsero la regione del Saale-Unstrut e la Sassonia, nella zona orientale. A loro volta, queste regioni si suddividono ulteriormente in singoli distretti, circa 40, che secondo la legge sul vino dovrebbero «essere un'unione di diversi siti dai cui raccolti si possono produrre vini dal gusto analogo», benché questo non avvenga sempre, se si tiene conto del carattere dei singoli vini. La suddivisione successiva è la Grosslage (168) un raggruppamento di diverse Einzellage, cioè vigneti singoli (circa 2680). Una Einzellage può avere diversi proprietari. Nel 2004 ricevette l'autorizzazione come zona vitivinicola anche il Land Stargarder, ma solo per la produzione di vini da tavola.

Vini

La Germania si concentra sui vini bianchi in diversi gradi di dolcezza (fino al 65% della produzione). Oltre la metà dei vini prodotti sono secchi o semi-secchi. I rossi si producono fra l'altro nell'Ahr, in Franconia, nell'Assia Renana, nel Baden e nel Württemberg. I vitigni principali sono Riesling (21%) e Müller-Thurgau (19%), seguiti da Spätburgunder (Pinot Noir), Sylvaner, Kerner, Dornfelder, Blauer Portugieser, Bacchus, Grauburgunder (Ruländer), Weißburgunder (Pinot Blanc), Scheurebe, Trollinger e Schwarzriesling.

Superficie vitata/quantitativi prodotti

  • Circa 102.000 ettari, 9,3 milioni di hl/anno.

Le regioni vinicole tedesche in rassegna

Mosella

Storia

Già al tempo dell'occupazione romana qui si praticava la viticoltura. Alla fine del XVIII secolo il principe elettore di Treviri Clemente Venceslao dispose che lungo la Mosella non si coltivassero più vitigni diversi dal Riesling. Alla severa restrizione a questo vitigno, che qui produce vini unici e inimitabili, questa area vinicola deve la sua fama leggendaria protrattasi fino alla metà del secolo scorso.

Geografia

Questa regione vitivinicola si estende per 238 chilometri su entrambi i lati del fiume Mosella così come lungo le sponde dei suoi affluenti Saar e Ruwer e si suddivide in sei unità vinicole dette «Bereiche»: Bernkastel (ex Bassa Mosella), Ruwertal e Saar (ex Saar-Ruwer), Burg Cochem (ex Zell), Moseltor (nella Saarland) e Alta Mosella.

Clima

La Mosella riflette i raggi del sole, lo scisto presente nel terreno trattiene il calore sui ripidi pendii per sprigionarlo poi di notte.

Terreno

Poveri terreni scistosi su pendii estremamente ripidi.

Vini

Quasi esclusivamente vini bianchi (all'incirca il 91%); Riesling caratterizzato da sentori fruttati, spiccata acidità e bouquet delicato. Nelle grandi annate si producono eccellenti vini con predicato, per lo più contraddistinti da una delicata dolcezza.

Vitigni

58% Riesling, 15% Müller-Thurgau, 6% Elbling, 5% Kerner, Grauburgunder (Ruländer) e altre varietà. Rossi: Spätburgunder e altri

Produttori

Ben 5000 aziende vinicole, principalmente piccole aziende a conduzione familiare. Alcune forniscono le loro uve a grandi cantine centrali.

Superficie vitata / quantitativi prodotti

  • Circa 9000 ettari, circa 1,3 milioni di hl/anno.
Rheingau

Storia

Già attorno al 1226 la zona vitivinicola del Rheingau corrispondeva alla superficie ancora oggi coltivata a vigneto. Da cinquecento anni qui si coltiva prevalentemente il vitigno Riesling. Dalla cantina nota con il nome di «Cabinetkeller», in cui si conservavano i vini migliori, ha preso origine l'odierno vino «Kabinett».

Geografia

Questa area vitivinicola, il cui centro si trova tra Wiesbaden e Rüdesheim, si estende da Wicker sul corso inferiore del fiume Meno fino a Lorchhausen.

Clima

Estati lunghe e calde, inverni brevi e miti, scarse precipitazioni. Il Reno riflette i raggi del sole e durante la notte sprigiona il calore accumulato. La catena montuosa del Taunus protegge la zona dai venti provenienti da nord.

Vini

Riesling lievemente fruttato ed elegante, ricco di estratti, spesso caratterizzato da una delicata dolcezza, elevato potenziale d'invecchiamento. Gli Spätburgunder, in passato leggeri, oggi stanno acquisendo sempre più vigore.

Vitigni

79% Riesling e 13% Spätburgunder, 2% Müller-Thurgau.

Produttori

Cieca 770 aziende vitivinicole.

Superficie vitata / quantitativi prodotti

  • Circa 3100 ettari, circa 204.000 hl/anno.
Nahe

Storia

I primi documenti attestanti l'esistenza della viticoltura nella Nahe risalgono all'VIII secolo e sono conservati per lo più nell'abbazia di Lorsch.

Geografia

Il fiume Nahe scorre per 120 chilometri in direzione ovest-est. Lungo gli ultimi 60 chilometri prima della foce, le superfici coltivate a vigneto si estendono su pendii ripidi su entrambi i lati del fiume e nelle valli laterali.

Clima

I massicci Soonwald e Hunsrück proteggono quest'area dai venti del nord.

Vini

Quasi esclusivamente vini bianchi. Vini profumati e aromatici, vigorosi e dall'acidità pronunciata lungo la Nahe centrale e alta. Vini fruttati che ricordano i vini della Mosella nell'area lungo il corso inferiore del fiume.

Vitigni

26% Riesling, 14% Müller-Thurgau, 11% Dornfelder.

Superficie vitata / quantitativi prodotti

  • 4100 ettari, circa 260.000 hl/anno.
Assia Renana

Storia

Ci è dato sapere che nel IX secolo Carlo Magno apprezzasse molto i vini originari della terra attorno alla sua residenza imperiale a Ingelheim.

Geografia

Le città Bingen, Nierstein e Worms si posizionano ai vertici di un grande triangolo che a nord e a est è delimitato dal fiume Reno. Questa zona è suddivisa in tre unità dette «Bereiche», ovvero Bingen, Nierstein e Wonnegau, che a loro volta comprendono 24 raggruppamenti di vigneti detti «Großlage» e 442 vigneti singoli chiamati «Einzellage».

Clima

Clima mite e piuttosto temperato. I gruppi montuosi Taunus e Odenwald mettono l'Assia Renana al riparo dai venti. Nei vigneti situati in posizioni privilegiate (Rheinfront e Bingen/Ingelheim) il Reno garantisce una compensazione termica influendo così in modo positivo sul clima.

Vini

Principalmente vini bianchi, spesso leggermente dolciastri. Una parte sempre più consistente viene tuttavia vinificata in secco. Il Liebfraumilch ha origine nell'Assia Renana. Questo vino può essere prodotto esclusivamente con le uve dei quattro distretti Assia Renana, Palatinato, Nahe e Rheingau.

Vitigni

16% Müller-Thurgau, 13% Dornfelder, 12% Riesling, 10% Silvaner, Portugieser, Kerner, Spätburgunder, Scheurebe, Grauburgunder.

Superficie vitata / quantitativi prodotti

  • 26.300 ettari, circa 2,6 milioni di hl/anno.
Palatinato

Storia

Nel tardo Medioevo le superfici viticole avevano raggiunto qui la massima espansione. Dopo la guerra dei Trent'anni, la viticoltura subì una forte battuta d'arresto. Oggi il Palatinato è tornato a essere una delle regioni vinicole più importanti della Germania.

Geografia

Le superfici viticole sono contigue e si estendono per 80 chilometri lungo i versanti orientali delle catene montuose Haardt e Wasgau. Il paesaggio è in parte pianeggiante e in parte lievemente collinare. A est scorre il Reno che tuttavia non arriva a toccare i vigneti. A nord della città di Neustadt sorge l'area Mittelhaardt (Strada tedesca del vino) e a sud la Weinstraße Meridionale.

Clima

Posizionata a est delle catene montuose Haardt e Wasgau al riparo dai venti, questa zona gode di un clima molto mite.

Vini

A prevalere sono i vini bianchi con una quota del 60%. Tuttavia, data l'estensione della regione, qui si produce anche una buona parte dei vini rossi tedeschi. La qualità e il carattere dei vini bianchi variano sensibilmente. Qui si produce sia il Riesling secco che quello dolce, entrambi di altissima qualità. Sono disponibili anche grandi quantitativi di Liebfraumilch e altri prodotti di massa più semplici. Grazie al clima caldo i vini acquisiscono un carattere pieno e un'acidità morbida e rotonda.

Vitigni

22% Riesling, 14% Dornfelder, 10% Müller-Thurgau, 10% Portugieser, Spätburgunder, Kerner, Grauburgunder, Silvaner.

Superficie vitata / quantitativi prodotti

  • 23.400 ettari, 1,7 milioni di hl/anno.
Medio Reno

Storia

Un tempo il più importante mercato vinicolo nel Medio Reno si teneva nella località di Bacharach; qui il vino veniva caricato sulle navi e trasportato fino in Inghilterra e in Scandinavia

Geografia

La zona di produzione del Medio Reno è composta da «isole» viticole incastonate su ripidi pendii orientati a sud. Con il distretto delle Siebengebirge, essa comprende i vigneti situati più a settentrione della Germania occidentale. I due distretti viticoli situati più a sud sono stati riuniti in un unico distretto chiamato «Loreley».

Vini

Nel Medio Reno si produce principalmente un Riesling piuttosto robusto, con tratti a volte metallici, ma che nelle migliori annate può rivelare un bouquet elegante e note delicatamente floreali. Vi si producono altresì degli amabili Müller-Thurgau.

Superficie vitata/quantitativi prodotti

  • Circa 460 ettari, circa 29 000 hl/anno
Hessische Bergstrasse

Storia

Il primo documento che menziona la viticoltura a Bensheim risale al 765 d.C. ed è riportato nel Codice di Lorsch. All’inizio del XX secolo le vigne furono quasi completamente distrutte dalle malattie. Questa piccola regione è suddivisa nei due distretti di Starkenburg e Gross-Umstadt (anche noto come «Odelwälder Weininsel»).

Clima

La maggior parte dei vigneti è situata su pendii che godono di condizioni climatiche ideali dovute a un’ottima insolazione e a precipitazioni adeguate.

Vini

A predominare sono i vini bianchi. Oltre la metà di essi sono vini secchi e semisecchi. 49% Riesling, 10% Spätburgunder e 8% Müller-Thurgau.

Superficie vitata/quantitativi prodotti

  • 435 ettari, 27 000 hl/anno.
Franconia

Storia

La prima fonte scritta attestante l'esistenza della viticoltura in questa regione risale all'anno 777. Nel XV e XVI secolo le superficie coltivate a vigneto erano dieci volte più estese di quelle attuali.

Geografia

La Franconia è l'area vinicola più orientale dei vecchi Land tedeschi. I vigneti sono collocati in una grande area situata tra Aschaffenburg e Schweinfurt.

Clima

I vigneti godono per lo più di un microclima favorevole.

Vini

I vini secchi sono sempre stati una tradizione in questa regione. Oggi equivalgono al 75% della produzione e sono quasi esclusivamente bianchi (81%). La «Bocksbeutel» è una bottiglia dal corpo piatto e panciuto tipica della Franconia. Può essere usata solo per i vini di questa regione e per quelli provenienti da una piccola area del Baden.

Vitigni

31% Müller-Thurgau, 21% Silvaner, 12% Bacchus e un po' di Riesling.

Superficie vitata / quantitativi prodotti

  • 6100 ettari, circa 416.000 hl/anno.
Württemberg

Storia

Nel Württemberg si possono ancora trovare vigneti di epoca romana.

Geografia

Le aree viticole si estendono dalle valli del fiume Tauber a nord fino al lago di Costanza a sud. Le unità viticole principali sono concentrate attorno alle città di Stoccarda e Heilbronn.

Clima

Clima mite tipico della valle del Reno e clima continentale a est.

Vini

Vini robusti, vigorosi e moderatamente acidi. 71% vini rossi.

Vitigni

Riesling e Schwarzriesling.

Superficie vitata / quantitativi prodotti

  • 11.500 ettari, circa 1,1 milioni di hl/anno.
Baden

Storia

All’inizio del XIX secolo il Baden era la più vasta regione vitivinicola della Germania. E oggi ancora la superficie vitata si estende su una lunghezza di 400 chilometri dal Lago di Costanza a sud, fino alla Franconia a nord, costeggiando il Reno, la Foresta Nera e la città di Heidelberg.

Vini

In questa regione vengono coltivati diversi vitigni le cui uve vengono vinificate secondo stili molto diversi tra loro. I vini sono prevalentemente robusti e opulenti, e presentano una delicata acidità. La quota di vini bianchi è del 54%, sebbene la più vasta superficie piantata a Spätburgunder (Pinot Nero) della Germania si trovi proprio qui, nel Baden.

Superficie vitata/quantitativi prodotti

  • 18% Müller-Thurgau,
  • 37% Spätburgunder,
  • 10% Grauburgunder.
  • Circa 16 000 ettari, 1,1 milioni di hl/anno
Ahr

Storia

L'Ahr è un affluente sinistro del Reno. Prevalgono i vini rossi con una quota dell'88% sulla produzione complessiva. Spätburgunder vellutato, Portugieser delicato. Circa 548 ettari.
Saale-Unstut
Storia
I vigneti di questa regione vitivinicola, la più settentrionale della Germania, sono distribuiti nelle valli e lungo i fiumi Saale e Unstrut. Prevalgono i vini secchi da leggeri a mediamente corposi con acidità moderata. Circa 663 ettari.
Sassonia
Storia
La regione vitivinicola più orientale della Germania si sviluppa sui ripidi pendii della valle dell'Elba. Predominano i vini secchi con carattere fruttato. Circa 416 ettari.