Carrello

Il carrello è vuoto.

Aggiungi un prodotto e comincia a fare i tuoi acquisti.

Importo totale

Valore della merce:
CHF
Spese di consegna:
CHF

Totale:

CHF

Pinot Noir

«Re dei vini rossi», così sono chiamati i prodotti di questa vite dagli acini piccoli e medi. Il Pinot Noir è molto esigente rispetto alla posizione in cui crescere. I vini vinificati da questo vitigno hanno un lungo periodo di maturazione, dopo il quale sviluppano il bouquet nobile e prezioso che li contraddistingue.
Anche il Pinot Noir fa parte dei «Cépages nobles». È il principale vitigno per il Borgogna rosso e una delle varietà più antiche del mondo. È originario della Borgogna, dove veniva probabilmente coltivato già prima del XIV secolo.
Questa varietà non è facile da coltivare e richiede molta attenzione da parte del produttore, sia nella vigna che in cantina. I piccoli acini dalla buccia sottile maturano tardi, sono sensibili al gelo in primavera e in autunno al marciume. Le viti crescono meglio su terreni calcarei in un clima fresco.
Il Pinot Noir è una delle poche varietà vinificata principalmente in purezza. La qualità di un vino prodotto con uve Pinot Noir dipende fortemente dal terroir. Solo il frutto dolce e il basso tenore tannico sono comuni a tutti i vini.
I Pinot Noir più noti – quelli migliori, più sofisticati e più costosi – sono prodotti in Borgogna. Musigny, Chambertin, Volnay e Pommard sono prodotti al 100% con uve Pinot Noir. Il Pinot Noir s'incontra spesso anche in Alsazia e nella Champagne, dove l'uva è vinificata senza buccia per tagliare lo champagne. In quantità minori è coltivato anche nel Giura e nella Valle della Loira.
In Svizzera, il Pinot Noir domina nella regione vallesana della Dôle, dove l'uva è tagliata con il Gamay. In Germania il Pinot Noir è noto con il nome «Spätburgunder» o «Blauburgunder». Di solito è vinificato secco e sottoposto ad un contatto prolungato con il mosto. Nel Rheingau, i vini con il predicato «Beerenauslese» (in italiano letteralmente «acini raccolti individualmente») hanno un prezzo elevato e sono considerati una rarità. Un'ottima reputazione il Pinot Noir ce l'ha anche nell'Europa dell'Est, soprattutto in Ungheria. In Italia, questo vitigno è particolarmente comune in Alto Adige e in Toscana sotto il nome di Pinot Nero, ma viene coltivato anche in America – soprattutto nell'Oregon.